Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1294
RAGUSA - 19/12/2011
Cronache - Vendetta d’amore: 2 arresti per lesioni personali pluriaggravate in concorso

Bancario picchiato da 2 cognati in spedizione punitiva

Il pestaggio è stato compiuto da due ragusani di 32 e 30 anni, Massimo Blanco e Giuseppe Occhipinti
Foto CorrierediRagusa.it

Lui, lei, l’altro. Il classico triangolo sfociato in un pestaggio ai danni di un impiegato di 48 anni di Ragusa. La spedizione punitiva è stata compiuta da due ragusani di 32 e 30 anni, Massimo Blanco e Giuseppe Occhipinti (da sx nella foto), già noti per reati specifici, finiti in manette ad opera della sezione volanti.

I due soggetti arrestati, imparentati tra loro in quanto cognati, devono rispondere di lesioni personali pluriaggravate in concorso per aver picchiato coloro che ritenevano essere il presunto compagno della ex convivente del 32enne.

I due avevano atteso sottocasa sabato scorso la vittima designata, in via Ciullo d’Alcamo, non esitando a sferrargli calci e pugni dinanzi a moglie e figlia, che, terrorizzate, hanno cominciato ad urlare per attirare l’attenzione dei passanti. Nel frattempo i due ragusana avrebbero continuato a picchiare l’uomo anche se questi aveva perso i sensi.

I due ragusani, prima della spedizione punitiva, avevano invano tentato d’intercettare l’impiegato in un pranzo che quest’ultimo aveva avuto poco prima dell’aggressione con un gruppo di amici. L’uomo era già stato «avvertito» lo scorso ottobre dai due ragusani.

A quanto pare, però, la presunta relazione era proseguita. I fatti sono stati ricostruiti dagli agenti della sezione volanti, il cui dirigente Paolo Arena ha illustrato i dettagli degli arresti.