Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1261
RAGUSA - 27/11/2011
Cronache - Preso di mira l’esercizio tra via Leggio e via Ecce Homo poco prima della chiusura

Rapina a mano armata in tabaccheria, bottino 650 euro

Un uomo ha puntato la pistola ad una ragazza all’interno del locale ed ha poi arraffato i soldi

Rapina a mano armata nel centro cittadino. Un malvivente si è presentato poco prima della chiusura al titolare della tabaccheria che si trova la via Leggio e la via Ecce Homo e gli ha puntato contro la pistola. Il rapinatore aveva il volto travisato, indossava un giubbotto col bavero alto ed aveva in mano la pistola. All’interno del negozio in quel momento si trovava la figlia del titolare, R.T., 26 anni, ed un cliente.

Molto spicci e controllati i movimenti del rapinatore che ha scavalcato il bancone, ha puntato la pistola alla tempia della ragazza ed ha intimato con inflessione palermitana di consegnare subito i soldi. Il titolare della tabaccheria non si è scomposto più di tanto, ed ha invitato il malvivente a stare calma; poi ha consegnato i 650 euro in cassa. Incassato il bottino, il rapinatore si è allontanato in tutta fretta dal posto ed ha fatto perdere le sue tracce. La scena è stata monitorata dalla telecamera a circuito chiuso all’interno del negozio ma è servito a poco alla Polizia perché l’uomo era ben coperto ed è sfuggito all’angolo di ripresa.

Probabilmente il rapinatore conosceva come muoversi e le abitudini del tabaccaio. Questo episodio insieme a quello dello scippo alla vecchietta al quartiere Carmine hanno suscitato preoccupazione in città dove si nota un incremento di episodi criminali. Nonostante lo sforzo delle Forze dell’ordine che operano controlli a tappeto in tutte le zone ed hanno anche assicurato alla giustizia i responsabili di episodi delittuosi, la città, soprattutto nelle ore serali, rischia di perdere quella tradizionale serenità che caratterizza la vita dei residenti.