Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1085
RAGUSA - 26/11/2011
Cronache - Denunciato un pregiudicato di Chiaramonte, 35 anni, sorpreso alla guida in via Roma

Badante romena ricercata per truffa arrestata a Ragusa

La donna era stata colpita da un mandato di cattura europeo

Servizi straordinari di controllo del territorio nel fine settimana da parte del Questore di Ragusa. Una donna arrestata e due per-sone denunciate in stato di libertà è il bilancio dell’attività espletata negli ultimi due giorni dal personale della sezione volanti. Nella rete della sezione volanti è finita una coppia di truffatori rumeni. Dal controllo al terminale i due romeni risultavano avere numerose segnalazioni soprattutto per truffa.

Vista la situazione, gli agenti chiedevano ai due romeni delle spiegazioni circa la loro presenza a quell’ora sul territorio. La donna riferiva di svolgere la professione di badante. I poliziotti, in considerazione dei precedenti e delle circostanze di fatto decidevano in ogni modo di approfondire il caso. Mentre a carico dell’uomo risultavano numerosi precedenti penali nonché l’obbligo di soggiorno nel comune di Ragusa, la donna, identificata per Maricica Platea, 49 anni, era stata colpita da un mandato d’arresto europeo con relativo provvedimento di cattura emesso dal tribunale di Galati per i reati di truffa e organizzazione a delinquere. Per i reati di false generalità e guida senza patente è stato denunciato un pre-giudicato di Chiaramonte Gulfi di 35 anni, sorpreso in via Roma a Ragusa al volante di una vecchia Ford Escort.

Un trentaquattrenne è stato invece denunciato per ricettazione di polizze assicurative. Gli agenti, visionando il tagliando assicurativo dell’auto, che, fra l’altro, in apparenza era perfetto, avevano tut-tavia notato alcune piccole anomalie. In effetti la polizza era fal-sa, così come quella apposta sull’altro veicolo dell’uomo, che ha poi confessato d’aver acquistato i due tagliandi fasulli di altret-tante polizze per 50 euro cadauna.