Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 451
RAGUSA - 30/10/2011
Cronache - Controlli a tappeto della Polizia nel centro della città

Guida in stato di ebbrezza, scattano le denunce

Fermato un camion rubato due settimane fa a S. Croce

Quattro denunciati, 15 contravvenzioni, e alcuni mezzi sequestrati a conclusione di un servizio attuato in città. Le prime due denunce sono scattate per un siracusano di 34 anni residente in città, trovato alla guida di una Fiat Punto pur non avendo mai conseguito la patente. L´auto gli era stata affidata dal proprietario, per il quale è arrivata la denuncia per incauto affidamento del veicolo.

Subito dopo, in corso Italia, è stata intercettata un´auto che procedeva a zig zag. Bloccato il mezzo, il conducente, un ragusano di 26 anni, è stato sottoposto all´alcol test che ha confermato i sospetti: il giovane aveva alzato un po´ il gomito. Inevitabile la denuncia per guida in stato di ebbrezza.

L´ultimo episodio, conclusosi con una denuncia, è stato appurato nella zona industriale, dove è stato fermato un camion che stava per vendere la plastica che trasportava. Gli agenti hanno appurato che il mezzo era stato rubato a Santa Croce due settimane fa. A bordo del mezzo un vittoriese di 22 anni, ed un sardo di 31. Entrambi sono stati denunciati per ricettazione e vendita non autorizzata di plastica. Il camion è stato restituito al legittimo proprietario.

Nel corso dei controlli, gli agenti delle volanti hanno sottoposto a fermo amministrativo quattro ciclomotori perché i conducenti erano privi del casco protettivo e ritirato quattro carte di circolazione, perché i mezzi non erano stati sottoposti alla revisione obbligatoria. Inoltre, hanno elevato 15 contravvenzioni per i soliti motivi: mancato uso delle cinture di sicurezza, mancato uso del casco protettivo ed uso del cellulare durante la guida.