Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:52 - Lettori online 781
RAGUSA - 14/09/2011
Cronache - In contrada Mugno il treno 12848 Modica - Caltanissetta non ha potuto evitare l’impatto

Incidente ferroviario: suicida Salvatore Di Grandi, 61 anni

La circolazione ferroviaria e’ stata sospesa dalle 14.25 e ripresa alle 17.55 Foto Corrierediragusa.it

E´ stato un suicidio quello consumatosi nel pomeriggio sulla tratta ferroviaria Ragusa - Caltanissetta, tra le stazioni di Ragusa e Genisi. A perdere la vita è stato un operaio edile , Salvatore Di Grandi, 61 anni investito dal treno regionale 12848 poco prima della stazione di Genisi, in contrada Mugno.

La stazione, ormai dismessa ed in disuso, si trova poco fuori la zona artigianale del capoluogo lungo la strada provinciale 60 Ragusa - S. Croce Camerina a 6 km dal capoluogo ibleo. L’incidente è avvenuto alle 14.25, come comunicato ufficialmente dalle Ferrovie dello Stato. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i Carabinieri che hanno effettuato i rilievi del caso ed hanno lavorato per circa tre ore fino alle 17.55 quando la tratta ferroviaria è stata di nuovo resa percorribile al transito dei treni. L’ipotesi più accreditata è quella del suicidio. Sul corpo dell’uomo non è stata disposta alcuna autopsia. La salma è stata riconsegnata al fratello; Salvatore Di Grandi non era sposato e da tempo non aveva dato notizie ai suoi familiari.

Le Ferrovie dello Stato per garantire la mobilitá dei viaggiatori hanno istituito un servizio con autobus sostitutivi tra le stazioni di Modica e Gela. Lo stop e´ stato reso necessario per consentire all´Autorita´ giudiziaria di effettuare i rilievi di rito.