Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 876
RAGUSA - 06/09/2011
Cronache - Manette per un siracusano di 36 anni

Botte a donna insanguinata con la figlia in braccio

Pare non fosse la prima volta che l’uomo picchiasse la moglie Foto Corrierediragusa.it

Massacrava sua moglie di botte anche in presenza dell’atterrita figlioletta. L’incubo della donna è finito grazie all’intervento della Polizia. Le manette sono scattate per Antonio Carpintieri (foto), 36 anni, di Siracusa, già noto per reati specifici. Agghiacciante la scena che si è presentata agli occhi degli agenti: la donna insanguinata reggeva in braccio la figlioletta di un anno e mezzo in lacrime, mentre Carpintieri stava tentando di fuggire dalla finestra che aveva frantumato pochi minuti prima per penetrare nell’abitazione.

Pare non fosse al prima volta che l’uomo picchiasse la moglie, le cui grida hanno messo in allarme i vicini, che hanno subito chiamato la polizia. L’energumeno è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa per lesioni personali aggravate, maltrattamenti in famiglia e violazione di domicilio.


06/09/2011 | 17.05.39
gustavo

per come è commentata la notizia, direi che il reato andrebbe rubricato come TENTATO OMICIDIO....signor magistrato PENSACI!!! sò che anche tu sei un maschietto...e che pertanto anche per te vale plovelbio cinese "quando torni a casa picchia tua moglie...tu non sai il motivo...lei si..."
PENSACI...lascialo marcire dentro le mura delle carceri...tantoo uno così non si ravvederà mai!!! MAI!!!