Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 743
RAGUSA - 13/08/2011
Cronache - Indagini affidate alla Guardia di finanza

Inchiesta Procura Ragusa su prelievi sabbia dalle spiagge

L’assessore provinciale al Territorio e ambiente Salvo Mallia aveva messo le mani avanti

Inchiesta della Procura della Repubblica di Ragusa sui prelievi di sabbia dagli arenili iblei. Le indagini sono state affidate alla Guardia di finanza. A palazzo di viale del Fante, sede della provincia regionale, erano arrivate le richieste di concessioni e di autorizzazioni per la realizzazione di cave sottomarine che potrebbero interessare l´intera costa ragusana. Il «no» era stato di recente ribadito dalla IV commissione regionale a Legambiente, ma la Procura ha aperto un´inchiesta.

L’assessore provinciale al Territorio e ambiente Salvo Mallia aveva messo le mani avanti rassicurando che nemmeno un granello di sabbia sarebbe stato portato via qualora dovessero esserci eventuali danni per l´ambiente marino della costa ragusana e che in ogni caso la concertazione territoriale con il coinvolgimento attivo di tutti i soggetti interessati sarebbe stata la strada maestra da percorrere.

Intanto il fascicolo di indagine che sarebbe stato aperto potrebbe aiutare a fare luce sull´interna vicenda, rassicurando ulteriormente gli animi di chi teme fortemente per l´equilibrio marino della costa iblea. Del caso delle "cave sottomarine" si era interessato anche il vice presidente della commissione antimafia Fabio Granata che non aveva esitato a mettere in allarme il ministro all’ambiente Stefania Prestigiacomo, preoccupato dell´ennesimo saccheggio ai danni di un territorio unico in tutto il mondo.