Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:10 - Lettori online 897
RAGUSA - 25/07/2011
Cronache - Ad Acate arrestati 2 pusher immigrati

4 arresti e 3 denunce dei Carabinieri tra Acate e Ragusa

Manette anche per una colombiana e un energumeno

Nella finesettimana appena trascorso, i Carabinieri della Compagnia di Vittoria impegnati nei consueti servizi di controllo del territorio hanno tratto in arresto due immigrati per spaccio. Nel pomeriggio di sabato i militari effettuavano un servizio di controllo a Marina di Acate.

I Carabinieri, infatti, indossati gli abiti dei bagnanti, si sono confusi tra la numerosa popolazione vacanziera presente al lido, così potendo notare a breve distanza come i due soggetti sotto osservazione avvicinassero alcuni giovani per cedere loro dello stupefacente. Al primo scambio, i militari intervenivano immediatamente tanto da constatare che un giovane di 25 anni niscemese aveva acquistato circa cinque grammi di stupefacente tipo hashish. I

Due extracomunitari, identificati in Ben Mansour Maher, 25 anni, e Hakjlifa Imed, 28 anni, entrambi tunisini e pregiudicati residente a contrada Macconi di Acate, venivano subito fermati e dichiarati in arresto per spaccio di sostanza stupefacente. In tasca dei due veniva ritrovata anche la somma di denaro che aveva loro consegnata il giovane acquirente in cambio dell’hashish.

I due sono stati rinchiusi nel carcere di Ragusa. Ben Mansour deve anche rispondere dell´accusa di ricettazione in quanto veniva trovato in possesso di un ciclomotore oggetto di furto a Ragusa a gennaio scorso. L’acquirente dello stupefacente, veniva inoltre segnalato alla competente Prefettura quale detentore ad uso personale di stupefacente.

Nel corso del fine settimana sono stati intensificati i servizi di controllo del territorio dai Carabinieri della Compagnia di Ragusa, con particolare attenzione per la fascia costiera.

Numerose le pattuglie impiegate nel controllo del territorio, che hanno controllato 145 automezzi, identificato 208 persone, elevate 42 contravvenzioni al Codice della strada, decurtati 210 punti patente per infrazioni varie, ritirate tre patenti di guida, sottoposte a sequestro due autovetture.

Nella giornata di sabato militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ragusa hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordine per la carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catania, Maria Noralba Morales, colombiana di 41 anni domiciliata a Ragusa, convivente, parrucchiera, dovendo espiare 2 anni e 8 mesi di reclusione per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente commesso in data 20 luglio 2010 a Catania. La donna, dopo le formalità di rito, è stata rinchiusa nella casa circondariale di Catania.

Inoltre, alle prime luci di domenica, militari dell’Aliquota Radiomobile hanno tratto in arresto in flagranza dei reati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale Giuseppe Coniglio, 22 anni, residente a Santa Croce Camerina, celibe, muratore, pregiudicato. Il ragazzo, fermato alla guida della propria autovettura Peugeot 106 in via diana, in evidente stato di alterazione psicofisica, a seguito di contestazione di violazione al codice della strada, andava in escandescenza, insultando e successivamente aggredendo i militari.

Nel corso della colluttazione i due militari riportavano lievi ferite, ma riuscivano a bloccare il ragazzo, che veniva portato in caserma e dichiarato in stato di arresto. Inoltre, al termine degli accertamenti, veniva deferito per guida in stato di ebbrezza e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. Dopo le formalità di rito, il giovane veniva associato presso la casa circondariale di Ragusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

A Ragusa Ibla militari della locale Stazione denunciavano in stato di libertà R.M., ragusana di 23 anni e J.C.B.A., tunisino di 31 anni, perché, a seguito di perquisizione domiciliare, venivano trovati in possesso di un vaso all’interno del quale erano coltivate nr. 4 piantine di cannabis indica.

A Santa Croce Camerina i Carabinieri hanno denunciato a piede libero F.C., 45enne residente a Ragusa, per aver aperto nei pressi del Castello di Donnafugata un locale di intrattenimento danzante senza la prescritta licenza amministrativa.