Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1082
RAGUSA - 01/07/2011
Cronache - La Polstrada ha sequestrato materiale informatico utilizzato per la truffa da uno sciclitano

Contrassegni assicurativi falsificati, una denuncia

Gli agenti sono risaliti al fatto dopo aver fermato una macchina guidata da un rumeno

Ha falsificato contrassegni dell’assicurazione Rca. Uno sciclitano di 36 anni è indagato per falso documentale dalla Procura presso il Tribunale di Modica. L’uomo è stato trovato in possesso di tre computer, due hard disc esterni, una stampante ed una pen drive e materiale informatico che serviva a contraffare i bollini assicurativi.

Tutto ha avuto inizio grazie ai controlli degli agenti della Polizia stradale di Ragusa che ha fermato due mesi fa un rumeno sulla statale per Ispica. Sul parabrezza del suo veicolo il rumeno 26enne esibiva il contrassegno assicurativo che ad un primo esame risultava apparentemente autentico. Ulteriori controlli tuttavia consentivano di accertare che il contrassegno era falso e la macchina era pertanto sottoposto a fermo amministrativo per mancanza di copertura assicurativa. La falsità del contrassegno veniva verificata anche grazie al confronto con uno specimen che permetteva di evidenziare alcune difformità da quello vero.

Dopo le prime indagini la Polstrada ha accertato che il rumeno aveva acquistato il contrassegno assicurativo per una somma di Euro 500, da una persona che era solita frequentare una piazza di Pozzallo. Dopo giorni di appostamento l’uomo è stato individuato e fermato: la successiva perquisizione domiciliare ha poi portato alla scoperta del materiale informatico che potrebbe essere stato usato anche per altre truffe.