Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 908
RAGUSA - 28/06/2011
Cronache - Alcotest per tutti nei fine settimana e raffica di sanzioni

Scure sugli automobilisti alticci, la Polstrada li "punisce"

Sedici persone denunciate per guida in stato di ebbrezza e altri perché senza patente. Anche alle donne piace molto alzare il gomito nei locali e mettersi al volante nelle ore notturne
Foto CorrierediRagusa.it

Escono dalle discoteche con la testa fracassata di musica metallica e puzzano di alcol appena aprono il finestrino. E’ il primo indice di ebbrezza e la Polstrada va sul sicuro. Nell’ultimo fine settimana ne ha denunciato 16, qualcuno a fatica, un giovane ispicese di 30 anni, che rifiutandosi di soffiare sul palloncino ha pure minacciato gli agenti.

Il lavoro degli agenti coordinati dal vice questore Gaetano di Mauro è stato svolto sulle strade dell’intera fascia costiera. Prezioso, utile, da ripetere ogni fine settimana. Val bene una denuncia per stato di ebbrezza e perdere punti in patente o bruciare una vita umana? Questo è il quesito, e dubbi non ce ne sono.

Il bollettino della Polstrada è pieno. Cominciamo da Marina di Ragusa: un libico di anni 31, viaggiava con un tasso pari a 1,12; e una ragusana di anni 25, è stata trovata con un tasso pari a 0,92. A Pozzallo nelle ore notturne un ragusano di 23 ed uno di 33 anni sono stati trovati alla guida di veicoli con un tasso rispettivamente di 0,96 e 1,65; altri due giovani, alla vista degli agenti si davano alla fuga, e dopo un inseguimento per le vie cittadine, venivano bloccati, verificando che entrambi avevano un forte alito vinoso. Il conducente, un ispicese di anni 30, prima cercava di vanificare il controllo con l’etilometro evitando di soffiare, poi rifiutava di sottoporsi al controllo dell’ospedale, minacciando anche gli agenti; veniva pertanto denunciato per guida in stato di ebbrezza e per minacce.

Nella zona di Santa Croce un comisano di 45 anni è stato trovato con un tasso pari a 1,05; un altro ancora di 28 anni rifiutava di sottoporsi al controllo, per cui veniva denunciato ugualmente così come previsto dal codice della strada.

In zona Scicli uno sciclitano di anni 27, è stato trovato con un tasso pari a 1,35; a Comiso, un palermitano di anni 22, è stato trovato con un tasso pari a 0,89; a Modica, un modicano di anni 59, è stato trovato positivo con un tasso pari a 1,08. A tutti i denunciati per guida in stato di ebbrezza è stata ritirata la patente di guida.

Sono state elevate inoltre 3 sanzioni amministrative per superamento del tasso alcolemico nei confronti di un ragusano di 21 anni, trovato a Modica nelle ore notturne, con un tasso pari a 0,32 (importo 155 euro, decurtati 5 punti); una modicana di anni 20, trovata a Modica con un tasso pari a 0,29 (importo 155 euro, decurtati 5 punti); un vittoriese di 27 anni, trovato a Ragusa con un tasso pari a o,69 (importo 500 euro, decurtati 10 punti).

Infine sono stati denunciati per guida senza patente ed uso di atto falso: un albanese, residente a Ragusa, che aveva esibito agli agenti durante un controllo una patente, risultata falsa grazie ad una verifica effettuata con specifica apparecchiatura in dotazione alla stradale (lampada di Wood); un pachistano di 29 anni ed altro albanese di 27, quest’ultimo pluripregiudicato, controllati in prossimità di un pub del centro di Ragusa.