Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:01 - Lettori online 1456
RAGUSA - 15/01/2008
Cronache - Ragusa - L’epilogo dell’operazione "Sogni d’oro" della Mobile

Arrestati i 3 albanesi e il serbo
autori di 43 furti in abitazione

Si trovano rinchiusi nel carcere di Modica Foto Corrierediragusa.it

Avevano commesso qualcosa come 43 furti , nei Comuni di Ragusa, Modica, Scicli, Pozzallo, Caltagirone e Francofonte. La Squadra mobile diretta dal vice questore aggiunto Francesco Marino, nell’ambito della proseguimento dell’operazione «Sogni d’oro», ha notificato quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere per gli albanesi Bledar e Romeo Dervisci, di 30 anni e 25 anno; Nori Golemi, 29 anni e il serbo Din Djibedji, 25 anni.

Tutti e quattro erano già detenuti proprio in quanto facenti parte di una organizzazione criminale specializzata nei furti in abitazione nelle province di Ragusa, Siracusa e Catania. I tre albanesi e il serbo si trovano rinchiusi a Piano del Gesù a Modica Alta.

La banda aveva scatenato un crescente allarme sociale tra la popolazione, in considerazione del fatto che agivano sempre con spregiudicatezza e senza alcun timore della presenza dei proprietari all’interno delle abitazioni prese di mira, molte volte resi inermi dall’inalazione di sostanze narcotizzanti.

Romeo Dervishi Bledar Dervishi Nori Golemi
Din Djibedji