Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 771
RAGUSA - 13/03/2011
Cronache - Ragusa: atto avandalico all’Istituto Profesionale "Ferraris", colla nei lucchetti

Fiamme nella notte a Ragusa, distrutto autocarro

L’atto è di chiara matrice dolosa, trovata bottiglietta con liquido infiammabile

Gli atti vandali si susseguono a Ragusa. Nella notte di venerdì è stato incendiato un autocarro parcheggiato all´interno di un ostello di viale delle Americhe alla periferia nord della città. Si tratta certamente di un incendio doloso che ha distrutto il mezzo di proprietà di un ragusano di 44 anni, autotrasportatore, incensurato. Inutile l´intervento dei Vigili del fuoco che hanno tuttavia evitato che le fiamme si propagassero ad altri mezzi parcjeggiati all´interno dell´ostelllo.

La Polizia ha trovato nei pressi dell´autocarro una bottiglietta rotta ancora impegnata di liquido infiammabile, presumibilmente utilizzata per l´incendio del mezzo. Sarà la squadra mobile ad accertare le responsabilità. Il pèroprietario, che non ha presentato denuncia, sarà intereogato dal dirigente della Mobile Francesco Marino.

Preso di mira anche l´istituto Professionale "Galileo Ferraris". Un buon quantitativo di colla è stata sparsa nelle aperture e nei lucchetti della scuola. Gli studenti hanno voluto evitarsi qualche ora di lezione ed hanno cosparso di colla le serrature dell’istituto. I cancelli della scuola sono rimasti chiusi nella giornata di sabato fino a quando i vigili del fuoco sono intervenuti risolvendo il problema. Lezioni in ritardo e molto malumore nell’istituto.

Il preside della scuola Rosario Sgarlata ha informato dell´accaduto la Polizia e la Scientifica ha effettuato un sopralluogo per effettuare i prelievi necessari allo svolgimento delle indagini. Prelevati anche i nastri della videosorveglianza di cui è dotato l´istituto. Si spera che le telecamere abbiano immortalato gli autori della bravata, che, in ogni caso, ha provocato un danno all´istituto.

Gli atti vandalici si ripetono in città ormai con una certa frequenza; prima l’incendio della Quasimodo, poi le due incursioni alla piscina comunale ed ora, anche se ad un livello meno preoccupante, l’episodio del Ferraris.