Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1033
RAGUSA - 20/02/2011
Cronache - Ragusa: i controlli della polizia su direttive del questore Filippo Barboso

Chiusura temporanea e ritiro licenze per 2 bar a Ragusa

Riscontrate dai poliziotti alcune irregolarità nei 2 locali

Ancora controlli della polizia, su direttive del questore Filippo Barboso. E´ stata verificata la posizione del gestore di un bar sito a Ragusa, in via Roma, titolare di licenza amministrativa per la somministrazione di alimenti e bevande, nonché della autorizzazione all’installazione di apparecchi da svago, quali videogiochi e altro.

Nel corso delle procedure di identificazione svolte all’interno del locale sono state trovate alcune persone che, recentemente, erano state arrestate per furto aggravato ai danni di un supermercato. L’accertamento ha determinato la sospensione per trenta giorni della licenza amministrativa di pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e bevande, nonché di 60 giorni della autorizzazione all’installazione di apparecchi da svago.

Il provvedimento sanzionatorio, emesso dal Questore di Ragusa, si è reso necessario per le irregolarità riscontrate nel corso della verifica. I controlli, inseriti in più vasto programma, già da tempo attivato, proseguiranno ad ampio raggio, anche nei prossimi giorni, e saranno estesi ai comuni della provincia.

Dopo la rissa della scorsa settimana, che ha portato all´arresto di tre persone, due giovani brasiliani e un vittoriese (già rimessi in libertà dopo la convalida dell´arresto), è stata disposta la sospensione per sessanta giorni dell´autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande per il bar di Ibla nei cui pressi si è sviluppata la rissa.

Nel provvedimento, il questore Barboso ha spiegato che la lite tra i giovani avventori è scaturita all´interno del locale e poi è proseguita all´esterno, dove poi i carabinieri, supportati da ben due volanti della Questura, hanno avuto un bel po´ di problemi prima di riportare la calma.
La Questura ricorda che, al momento del loro arrivo, «il personale dei carabinieri e della Polizia di Stato intervenuto veniva insultato e minacciato» e che un carabiniere «era costretto a ricorrere al pronto soccorso per lesioni al volto».

Alla base del provvedimento di sospensione della licenza c´è l´obiettivo di «porre un freno ad eventuali, altri analoghi episodi ed assicurare l´ordinato e quieto vivere in una zona ove sono soliti ritrovarsi numerosi giovani per trascorrere le serate in compagnia di coetanei e, quindi, scongiurare l´accentuarsi dell´allarme sociale venutosi a creare anche tra i residenti».

Proprio per raggiungere questo obiettivo, i controlli nel centro storico e a Ibla, sia dei luoghi di ritrovo che dei locali pubblici, continueranno in maniera costante. Erano stati disposti per le lamentele dei residenti nel centro storico superiore e di Ibla per l´accentuarsi di situazioni che non consentivano il riposo. Di risse e liti a Ibla non si aveva più notizia da più di un anno. Adesso, il rischio sembra essere tornato concreto. Ed allora la Questura ha disposto controlli ancora più serrati.