Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 935
RAGUSA - 01/02/2011
Cronache - Ragusa: operazione anticrimine all’alba nel capoluogo ibleo

Smantellate dalla Polizia 3 organizzazioni criminali dedite al traffico di stupefacenti

Emesse 35 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di soggetti che gestivano il traffico di droga nelle province di Catania, Agrigento, Palermo, Siracusa, Napoli, Prato, Parma, Reggio Emilia e Milano. Fra i ragusani, Giulio Tumino e Rosario Gulino
Foto CorrierediRagusa.it

L’ordine di arresto è partito dal gip presso il Tribunale di Catania su richiesta della Procura distrettuale etnea. Il reato contestato a 35 persone è associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti tipo cocaina, hashish, ectasy e lsd.

L’operazione ha interessato, oltre a Ragusa, anche le province di Catania, Agrigento, Palermo, Siracusa, Napoli, Prato, Parma, Reggio Emilia e Milano con la collaborazione degli uffici investigativi e del Commissariato di Acireale. L’attività investigativa svolta dalla Squadra Mobile di Ragusa dal mese di aprile 2006 e fino allo stesso mese dell’anno successivo ha permesso di individuare i canali del traffico di stupefacenti nel capoluogo ibleo gestito dal pregiudicato ragusano Tumino Giulio nonché tutti i soggetti con lui in contatto nella conduzione dell’illecita attività.

Grazie ad una imponente attività tecnica (intercezioni telefoniche, ambientali e rilevazioni satellitari a mezzo G.P.S.) gli investigatori hanno individuato tre presunti gruppi criminali dediti al traffico di sostanze stupefacenti, uno operante a Ragusa e diretto da Giulio Tumino coadiuvato da Rosario Gulino, mentre gli altri due sodalizi insistevano nei comuni di Acireale, Motta Sant’Anastasia e Misterbianco, rispettivamente diretti il primo dal pluripregiudicato acese Vincenzo Urso, mentre il secondo dai pregiudicati Maurizio Mascali e Nunzio Bottiglieri, ciascuno caratterizzato da propri canali di approvvigionamento e proprie « piazze» di spaccio.

I sodalizi criminali avevano come «basi operative» i comuni di Ragusa ed Acireale (CT), dove gestivano il traffico e lo spaccio di cocaina, hascish, ectasy e lds, con solidi contatti con elementi operanti in altre province. Le sostanze stupefacenti venivano acquistate in prevalenza nel napoletano e nel catanese e trasportate con la complicità di insospettabili corrieri organici ai gruppi criminali.

Ulteriori particolari dell’operazione verranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle ore 11.30 odierne presso la sala conferenze «Filippo RACITI» della Questura di Ragusa, alla quale parteciperanno il Procuratore Aggiunto della D.D.A. di Catania Marisa Scavo e il Procuratore Capo di Ragusa Carmelo Petralia.