Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 860
RAGUSA - 30/12/2010
Cronache - Ragusa: il presunto caso di malasanità alla "Clinica del Mediterraneo"

Decesso Cappello: Orlando chiede a Russo altri elementi. L´Aido ringrazia

L’intervento del Presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori in campo sanitario e sulle cause dei disavanzi sanitari regionali
Foto CorrierediRagusa.it

Il Presidente della Commissione parlamentare d´inchiesta sugli errori in campo sanitario e sulle cause dei disavanzi sanitari regionali, Leoluca Orlando, ha disposto l´invio di una lettera indirizzata all´Assessore alla Sanità della Regione Sicilia Massimo Russo per acquisire elementi informativi sul caso di Antonino Cappello (nella foto), entrato in coma durante un intervento alla tiroide nella struttura sanitaria privata "Clinica del Mediterraneo" di via Fieramosca a Ragusa e poi deceduto al «Civile», dopo il ricovero d’urgenza.

I due reni e il fegato dell´uomo, padre di 4 bambine di età compresa fra 5 e 12 anni, sono stati donati per volontà della vedova. "Chiederemo all´Assessore di fornirci ogni elemento utile al fine di accertare le cause che hanno determinato il coma che successivamente condotto alla morte Antonino Cappello - ha dichiarato il vicepresidente della Commissione Giovanni Burtone - in particolare, chiederemo a Russo una copia delle delle risultanze dell´ispezione da lui disposta sul caso, sia in merito ad eventuali criticità organizzative riscontrate, che in ordine ad iniziative amministrative, sanzionatorie e cautelari assunte". La famiglia Cappello è patrocinata dall’avvocato Antonio Borrometi. Intanto sul fronte giudiziario non si registra nessuna novità: restano iscritti nel registro degli indagati sette tra chirurghi, cardiologi ed anestesisti della "clinica del Mediterraneo" per omicidio colposo in concorso.

I RINGRAZIAMENTI DELL´AIDO ALLA FAMIGLIA CAPPELLO
La sezione provinciale dell’Aido, associazione italiana donatori organi, nel ricordo di Antonino Cappello, ringrazia la famiglia per aver acconsentito alla donazione degli organi, fegato e reni. Il modicano di 36 anni era deceduto lo scorso 13 dicembre al Civile di Ragusa dopo l’anossia sopravvenuta nelle fasi iniziali dell’anestesia alla Clinica del Mediterraneo, dove l’uomo doveva sottoporsi ad un intervento alla tiroide. «La donazione degli organi – dice il presidente Aido di Ragusa Maria Amorelli – rappresenta un gesto umano e generoso per dare un senso alla morte: donando ad altri una nuova speranza di vita».