Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 1049
RAGUSA - 19/10/2010
Cronache - Ragusa: illustrati i programmi futuri in questura

Ragusa punta sulla telesorveglianza, più controlli

Azione sinergica tra forze dell’ordine e ente comune portata avanti in questi giorni

Un immigrato spacciatore di hashish denunciato in un bar dove sono in corso controlli e il cui titolare rischia la chiusura temporanea, in quanto pare che da tempo il pusher lo usasse come luogo di spaccio. Un terzetto di catanesi fermato a bordo di un’auto colma di attrezzi atti allo scasso e, dulcis in fundo, l’elevazione di sei verbali per comportamenti scorretti e pericolosi alla guida, quali l’ebbrezza alcolica o l’utilizzo del cellulare senza auricolare.

Sono i risultati dell’azione sinergica tra forze dell’ordine e ente comune portata avanti in questi giorni a Ragusa, con particolare riferimento al centro storico. Gli esiti sono stati illustrati dal questore Filippo Barboso, che ha esortato i commercianti a dotarsi di sistemi di sicurezza passiva, con in primis la telesorveglianza, per scoraggiare i criminali in trasferta che scelgono la provincia iblea come terreno di caccia in quanto lo considerano più vulnerabile di altri territori che si sono già organizzati in tal senso.

Ragusa sta tentando di accedere ai fondi Pon, tramite il ministero degli interni, per poter fornire un contributo economico ai commercianti, al fine di incentivare la telesorveglianza nei locali. Proprio le videocamere sono destinate a moltiplicarsi a Ragusa, a cominciare dal quadrato del centro storico, che già conta su una mezza dozzina di occhi elettronici.