Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 932
POZZALLO - 29/11/2007
Cronache - Pozzallo - Uno dei due malviventi è tornato in libertà

Condannati a un anno e 7 mesi
i due netini che avevano rapinato il mattatoio comunale

Il più anziano resta ristretto ai domiciliari Foto Corrierediragusa.it

Un anno e sette mesi di carcere e 400 euro di multa sono stati complessivamente inflitti dal giudice Patricia Di Marco ai due netini che, armati di un coltellaccio, circa una settimana fa avevano minacciato gli operatori del mattatoio comunale di Pozzallo, facendosi consegnare un ingente quantitativo di carne bovina.

Al termine del processo direttissimo a loro carico, il 47enne Filippo Spinuzza (nella foto) è stato condannato a un anno e 15 giorni di reclusione e 200 euro di multa. Con la concessione delle attenuanti generiche, al 27enne Francesco D’Amico sono stati inflitti sei mesi e 15 giorni di carcere e 200 euro di multa. Mentre quest’ultimo ha beneficiato della sospensione condizionale della pena, ritornando in libertà, Spinuzza resta invece ristretto ai domiciliari.

I due venditori ambulanti in trasferta da Noto, erano stati arrestati Carabinieri per rapina aggravata in concorso. Erano stati bloccati dai militari a pochi chilometri dal mattatoio, a bordo del furgone dove si erano fatti caricare la carne. I due non avevano opposto resistenza alcuna ai militari, che erano stati avvisati dal responsabile del macello.

Francesco D´Amico