Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1105
POZZALLO - 07/10/2009
Cronache - Pozzallo: prosegue l’offensiva dei militari allo spaccio di sostanze stupefacenti

Pozzallo: 5 arresti per droga in 5 giorni dei Carabinieri

In manette un 19enne disoccupato

Nuovo arresto di un 19enne nel contrasto alla diffusione di sostanze stupefacenti che girano a Pozzallo. Il giovane di Pozzallo, M.A., disoccupato, si è ritrovato con i carabinieri della Tenenza di Pozzallo in casa, nelle prime ore di ieri mattina, intenti nella ricerca di materiale stupefacente. Secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine, i militari dell’Arma, dopo una meticolosa ricerca, hanno trovato, tra gli indumenti accatastati su una sedia, un panetto di hashish di 100 grammi, il tutto avvolto con la pellicola trasparente che lo conteneva ancora perfettamente integro. Oltre a ciò, i militari dell’Arma hanno rivenuto sulla scrivania anche un coltello a serramanico, forbici da elettricista e un rotolo di nastro adesivo trasparente, tutti strumenti inequivocabilmente destinati al confezionamento di dosi di droga da immettere sicuramente nel locale mercato dello stupefacente.

Per tale motivo, il giovane pozzallese è stato arrestato con l’accusa di detenzioni ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il giovane si trova agli arresti presso il carcere di Piano del Gesù, a Modica.

È il quinto arresto effettuato dai carabinieri di Pozzallo nel giro di pochi giorni. Da quando è arrivato il nuovo Comandante, il maresciallo Antonello Spadaro, a dirigere la Tenenza di Pozzallo, per le vie della città vige la totale tolleranza zero verso chi suole commettere atti delinquenziali quali il confezionamento e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Più volte, difatti, si è soliti vedere qualche carabiniere dialogare, in piazza delle Rimembranze ma anche in altre zone della città, con i ragazzi che, abitualmente, frequentano i luoghi di ritrovo per i giovanissimi. In questa collaborazione fra forze dell’ordine e i ragazzi, diverse sono state le «imbeccate» sulle quali i Carabinieri hanno svolto una seria azione di repressione. E da quanto trapelato dagli uffici della Tenenza di Pozzallo, pare che siano in arrivo nuovi fermi.