Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 589
POZZALLO - 19/08/2009
Cronache - Pozzallo: operazione della Motovedetta d’Altura

I Carabinieri sequestrano pesce... in strada

Bloccato un furgone, proveniente da Catania, il quale trasportava novellame per cinque chili e due piccoli pesce spada, non ancora commerciabili nelle rivendite autorizzate

Un vero e proprio blitz su strada è stato compiuto dai carabinieri della Motovedetta d’Altura, di stanza a Pozzallo, coordinati dal maresciallo Igor Sistilli, il quale, in viale Europa, ha fermato un furgone, proveniente da Catania, il quale trasportava novellame per cinque chili e due piccoli pesce spada, non ancora commerciabili nelle rivendite autorizzate. È successo ieri mattina, a Pozzallo, nei controlli che il maresciallo Sistilli sta coordinando nella repressione di vendita di novellame in provincia. Secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine, l’autotrasportatore è stato denunciato a piede libero. È stata altresì denunciata l’impresa di vendita al dettaglio di Acireale dove l’autotrasportatore lavora. Il pescato è stato donato in beneficenza presso un ente religioso.

Gli uomini del maresciallo Sistilli sono stati autori, due giorni fa, di un altro sequestro. Si tratta prevalentemente di novellame di triglia per la cui cattura vengono utilizzate reti a strascico «a maglia cieca» cioè con maglie strettissime proprio per poter catturare i piccolissimi esemplari di triglia. Cinque chili il «bottino» sequestrato dalle forze dell’ordine. Anche in questo caso, come nel precedente, è stato perquisito un furgone sulla strada provinciale Pozzallo-Ispica, all’altezza del primo chilometro per uscire da Pozzallo. Il prodotto ittico sottoposto a sequestro dopo essere stato visionato dai veterinari dell’Ausl7 di Ragusa è stato devoluto in beneficenza a vari istituti caritatevoli. Una denuncia a piede libero è scattata per l’autotrasportatore.

Le forze dell’ordine fanno sapere che continueranno i controlli sul pesce di dubbia provenienza, a tutela dei consumatori, i quali, proprio a Pozzallo, in questo periodo, fanno accrescere i consumi di pesce nei tavoli di ristoranti e punti vendita.