Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1045
POZZALLO - 18/08/2009
Cronache - Pozzallo: 2 ragazzi e 3 ragazze in vena di deturpare un locale

Pozzallo: 5 minorenni vandali inchiodati dalle telecamere

E’ successo l’altra notte in via Torino. I Carabinieri li hanno cercati fin nelle rispettive abitazioni
Foto CorrierediRagusa.it

Un atto vandalico nel cuore della notte, ripreso dalle telecamere (nella foto le immagini del sistema di videosorveglianza a circuito chiuso), inchioda cinque minori (due ragazzi e tre ragazze), intenti a deturpare un pannello, all’ingresso del locale, in Via Torino. È successo l’altra notte quando cinque minori, forse per noia forse perché non avevano nulla da fare, si sono recati, in orario notturno, presso l’attività commerciale di un noto fotografo di Pozzallo con l’unico intento di distruggere i pannelli, attaccati ai muri esterni del locale. Nonostante l’avviso davanti l’ingresso, dove è scritto chiaramente che l’area è sorvegliata da telecamere a circuito chiuso, i cinque giovani hanno dato sfogo alla loro violenza, distruggendo anche una pianta che era sistemata nella zona attigua al locale.

Già in passato, lo stesso proprietario era stato vittima di altri atti vandalici, come il deturpamento dei suddetti pannelli con alcune bombolette spray. Dopo essere corso ai ripari, facendo montare a proprie spese delle telecamere a circuito chiuso, il fotografo, per un breve lasso di tempo, non ha più avuto alcuna «sorpresa» in tal senso fino a l’altra notte, quando i vandali hanno deturpato i pannelli e la pianta. In realtà, riferiscono le forze dell’ordine, l’avviso di telecamere a circuito chiuso è stato sicuramente preso alla leggera dai giovani, i quali hanno pensato che quel cartello, in sostanza, fosse stato messo all’ingresso del locale solo per allontanare qualche facinoroso.

Hanno perso la voce (e anche la faccia) quando i Carabinieri si sono presentati all’ingresso delle abitazioni dei ragazzi, dopo che il fotografo aveva portato presso la locale stazione dei carabinieri, il video registrato con i vandali in azione. Il fotografo ha assicurato che sporgerà denuncia contro i cinque giovani.