Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 612
POZZALLO - 03/08/2009
Cronache - Vittoria: un gommone in avaria era rimasto in balia delle onde

Scoglitti: 2 diportisti salvati dalla Capitaneria di Porto

Sono intervenuti l’elicottero del Nucleo Aereo e la motovedetta
Foto CorrierediRagusa.it

Operazione di soccorso, nelle prime ore di domenica mattina e per buona parte della notte scorsa, da parte della Capitaneria di Porto di Pozzallo, per un gommone che si trovava a circa sette miglia dalla costa con un motore in avaria e con due persone a bordo.

Doveva essere, in effetti, una nottata tranquilla per i due diportisti, qualche canna da pesca e tanta voglia di trascorrere qualche ora a poche miglia dalla costa con la propria imbarcazione. Ad un tratto, però, ecco l’imprevisto: il motore va in panne. Solo dopo qualche minuto, nel vano tentativo di cercare i cellulari, i due si accorgono di aver lasciato i telefonini all’interno dell’abitacolo dell’auto, a riva. I parenti dei due diportisti, non avendo alcuna risposta nelle prime ore di ieri mattina, hanno chiamato il 1530. La sala operativa della capitaneria di porto di Pozzallo ha raccolto subito la chiamata, attivando le procedure di soccorso. Subito ha preso il largo la motovedetta Cp888, coadiuvata da un elicottero appartenente al 2. Nucleo Aereo della Guardia Costiera di Catania.

Verso le 11 di domenica mattina, a sette miglia dalla costa, proprio l’elicottero del Nucleo Aereo intravede da lontano i due diportisti sbracciarsi nel tentativo di catturare l’attenzione dei militari. Trasbordati, qualche minuto dopo, sulla motovedetta Cp888, i due diportisti hanno toccato terra, scortati al più vicino porto di Scoglitti.

Alle operazioni di salvataggio, hanno altresì partecipato le motovedette delle Capitanerie di porto di Licata ed Agrigento.

Con l’occasione, la Capitaneria di Porto di Pozzallo rammenta che, per contattare la Guardia Costiera in caso di emergenza in mare, è attivo su tutto il territorio nazionale il numero blu 1530.