Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 931
POZZALLO - 19/07/2009
Cronache - Pozzallo: elevate due multe da 17 euro ciascuna

A Pozzallo i vigili urbani multano anche i ciclisti

E’ accaduto nell’area della sosta pedonale, in corso Vittorio Veneto

Due turisti multati con altrettante multe da 17 euro ciascuna la scorsa domenica nell’area della sosta pedonale, in Corso Vittorio Veneto. Nulla di strano se la multa fosse stata comminata ad un’automobilista assai poco rispettoso delle norme del codice della strada. A fare scalpore, invece, è la notizia che, ad essere stati multati da un vigile urbano di Pozzallo, sono due ciclisti.

È successo lo scorso fine settimana, a Pozzallo, in corso Vittorio Veneto (ma la notizia è trapelata solo ieri), quando due ignari turisti zigzagavano fra i pedoni con le loro biciclette, creando anche qualche disagio, vista la strada parecchio affollata dai pozzallesi ma non solo.

All’alt del vigile urbano, i due turisti si sono fermati chiedendo ragione e conto dello stop intimato. Alla richiesta di documenti, i due si sono visti consegnare una multa da 17 euro a testa per inosservanza dell’orario previsto. Sulle prime, i due turisti, increduli, si sono guardati in faccia, credendo di partecipare ad un scherzo televisivo. Hanno riso di meno quando il vigile urbano ha sventolato loro in faccia un verbale da 17 euro cadauno, suscitando le ire dei due ciclisti, a dir poco inferociti.

I due ragazzi hanno anche chiesto al «troppo» zelante vigile urbano di «chiudere un occhio», sperando di cavarsela con un semplice rimbrotto. Niente. Il vigile non ha voluto sentire ragione. Multa doveva essere e multa è stata. Per la cronaca, corso Vittorio Veneto è inibito, causa isola pedonale, agli automezzi e, a questo punto anche ai ciclisti, sabato e domenica sera.