Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1123
POZZALLO - 03/04/2009
Cronache - Pozzallo: ordinanza di custodia cutelare eseguita dai Carabinieri

Rapinò una rivendita di ortofrutta, pozzallese in carcere

Salvatore Delacroce si trovava già rinchiuso nel carcere di Ragusa per altri reati Foto Corrierediragusa.it

Si era fatto consegnare l’equivalente di 150 euro, dopo ripetute minacce verbali al proprietario di un negozio di ortofrutta. Per tale motivo, i carabinieri della stazione di Pozzallo, dopo tre mesi di indagini a tappeto sul territorio, hanno portato, lo scorso giovedì sera, all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare per Salvatore Delacroce (nella foto), 34 anni, nullafacente, pregiudicato.

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, il Delacroce si era introdotto, lo scorso 5 gennaio, nel negozio del malcapitato fruttivendolo, minacciandolo verbalmente, a volto scoperto, nel tentativo di sottrargli l’incasso della giornata. Dopo aver raccolto le diverse testimonianze rese dal fruttivendolo, i carabinieri della stazione di Pozzallo individuavano nel Delacroce l’uomo che lo scorso 5 gennaio aveva compiuto l’aggressione verbale e il furto.

Delacroce ha dei precedenti con la giustizia e, per tale motivo, si trova già recluso, per altri reati, presso la Casa circondariale di Ragusa. Lo scorso gennaio, difatti, l’uomo aveva fatto irruzione in un’agenzia di credito ragusana, in via Carducci, armato di un taglierino e urlando di essere sieropositivo, impaurendo i dipendenti della banca e facendosi, altresì, consegnare duemila e 500 euro. Rapina che, qualche minuto dopo, fu sventata grazie all’azione assai solerte di un poliziotto di quartiere che lo raggiunse, appena uscito di banca, facendolo arrestare. L´ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Modica.