Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 879
POZZALLO - 21/03/2009
Cronache - Pozzallo: dovranno rispondere di rapina aggravata e tentata estorsione

Due immigrati picchiano gestore di bed&breakfast

Sono scattati gli arresti per gli stranieri decisamente alticci

Dovranno rispondere di rapina aggravata e tentata estorsione i due immigrati ammanettati che, nella giornata di venerdì, hanno picchiato un gestore di noto Bed and Breakfast di Pozzallo. I due stranieri avevano trascorso un’intera mattinata bevendo, ed è probabilmente per questo motivo che ieri, alle ore 13 circa, hanno picchiato, nel tentativo di rubare dei soldi, il proprietario della struttura alberghiera. La lite è avvenuta davanti l’uscio del B&b ed è durata per diversi minuti. Sono stati i vicini di casa del B&b e, successivamente, il proprietario, di cui non sono state rese le generalità, a chiamare le forze dell’ordine, nel tentativo di far ritornare la calma.

A sedare gli animi fra i due ubriachi e il gestore pozzallese, sono state due vigilesse del comando di polizia municipale della città rivierasca. Alla vista delle due vigilesse, infatti, i due immigrati placavano i propri animi, stramazzando a terra, in un secondo momento, ubriachi fradici. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della locale stazione di Pozzallo, i quali hanno condotto i due extracomunitari presso il comando del lungomare Raganzino. Interrogati nel primo pomeriggio, i due extracomunitari hanno fatto scena muta, rifiutandosi di rispondere alle domande poste dai carabinieri.

Ad avere la peggio, è stato uno dei due stranieri, il quale ha riportato diverse escoriazioni su un braccio e ferite al volto, guaribili in pochi giorni. Per il gestore della struttura alberghiera, solo qualche cerotto e tanta paura.

I due immigrati sono stati arrestati e condotti nel carcere di "Piano del Gesù" a Modica Alta.