Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:51 - Lettori online 848
POZZALLO - 02/03/2009
Cronache - Pozzallo: due fratelli di Rosolini hanno fronteggiato un gruppo di pozzallesi

Pozzallo: botte da orbi in piazza delle Rimembranze

Alla base della rissa apprezzamenti poco eleganti a delle ragazze

Botte da orbi, domenica sera, in piazza delle Rimembranze. Due fratelli di Rosolini, V.P., di 29 anni, e G.P., di anni 15, si sono fronteggiati e picchiati, con calci e pugni, con un gruppo di ragazzi pozzallesi. A fare scatenare la rissa sarebbero stati i commenti non proprio galanti che i due ragazzi di Rosolini avrebbero indirizzato ad alcune ragazze, verosimilmente di Pozzallo, presenti in piazza.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni presenti in piazza, il tutto è successo in orario serale, quando molti giovani si ritrovano a discutere nei pubs, magari con la classica bottiglia di birra in mano. Atmosfera rilassata anche se caotica, almeno in apparenza. Invece la situazione è precipitata improvvisamente. Non si sa se all’interno delle due compagnie ci sia stato qualcuno che non sopportava qualche componente dell’altro gruppo o ci fossero state delle vere e proprie inimicizie. Fatto sta, comunque, che la stura alla rissa è stata data dai commenti non proprio oxfordiani dei ragazzi di Rosolini nei confronti delle ragazze dell’altro.

Apprezzamenti volgari che non sono piaciuti e che sono arrivati all’orecchio degli altri maschietti, i quali hanno deciso di fare la voce grossa con i due fratelli. Sulle prime, solo ingiurie e minacce ma nulla di concreto. Successivamente, però, si è scatenata una rissa e ad avere la peggio (anche per il numero di «combattenti» in campo: due contro una decina di ragazzi) sono stati i due rosolinesi. La scazzottata è stata breve anche perché sono arrivati i Carabinieri di Pozzallo, i quali, a fatica, hanno diviso i litiganti.

Nell’immediato, sopraggiungeva anche il personale medico del 118. Dopo le cure dei medici, i due sono andati via da Pozzallo parecchio incerottati. Al ventinovenne è stata diagnosticata la frattura del setto nasale, oltre ad un edema all’occhio, guaribile in sette giorni. Per il minorenne, volto tumefatto e qualche graffio alle braccia.