Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 260
POZZALLO - 25/02/2009
Cronache - Ragusa: il truffatore telematico ha agito da Pozzallo e Ispica

Truffa online: da Pozzallo e Ispica colpiscono in Lombardia

Con l’ausilio di una complice ha rubato poco meno di mille euro ad un professionista di Monza e a un milanese Foto Corrierediragusa.it

La truffa corre sul web e si diffonde potenzialmente ovunque dall’asse Pozzallo – Ispica. Biglietti per concerti, partite, ma anche auto di lusso, proposti a prezzi vantaggiosi. Ma sono almeno due le persone truffate che, dopo aver inviato i soldi tramite postepay all’inserzionista, non hanno ricevuto nulla. Il truffatore telematico è un tipo furbo: lo ha accertato un professionista di Monza, che di internet se ne intende. La sua professione consiste nella compravendita internazionale di nomi a dominio.

Ma la dimestichezza con la rete non è stata sufficiente al professionista ad evitare la truffa, che ha altresì provocato un dispiacere alla figlia. La persona truffata aveva difatti acquistato due biglietti per il concerto che il gruppo hard rock Ac/Dc ha tenuto a Milano lo scorso 21 marzo. Era una regalo per il compleanno della figlia adolescente, che ci teneva tantissimo a vedere dal vivo i suoi idoli. Cocente la delusione quando i biglietti non sono arrivati, nonostante il puntuale versamento di 270 euro sul conto postepay del truffatore.

«Passi pure il furto del contante – ci dice la vittima al telefono – ma la delusione di mia figlia mi ha mandato su tutte le furie, ne ho fatto una questione personale». Grazie alle sue conoscenze informatiche, il professionista si è messo alla «caccia» virtuale del truffatore, contando anche sulla collaborazione di un’altra vittima di Milano, truffata di ben 600 euro dall’anonimo inserzionista della provincia iblea.

Dai dati relativi al pagamento delle spese di spedizione per il recapito a domicilio della merce, le due persone truffate hanno scoperto che la «pista» conduce a Ispica e Pozzallo. Ma proprio nella cittadina marinara risiederebbe il truffatore che, stando ai dati reperiti dalla rete, sarebbe poco più che ventenne e si sarebbe avvalso della complicità di una ragazza coetanea, che risulterebbe una sorta di «prestanome» del conto postepay, dove sarebbero state accreditate le somme. E’ questo l’unico dato certo per risalire all’identtà del truffatore telematico, identificabile anche dal numero Ip. Tutto il resto è fumo negli occhi per depistare quanti scoprono d’essere rimasti vittima di una truffa.

Tramite svariati indirizzi e-mail fittizi, il truffatore invia le istruzioni per procedere al pagamento sul numero di conto postepay, intestato ad una ragazza che risulta residente a Pozzallo. Non è escluso che il truffatore possa essere la ragazza stessa. Le inserzioni «civetta» sono state finora pubblicate sui siti aaanunci.it e bakeca.it. L’ultimo annuncio immesso nella rete,dall’anonimo truffatore, sotto un altro nickname, pubblicizzava la vendita a prezzi vantaggiosi dei biglietti per il big match di Champions Inter – Manchester United.

Una denuncia contro ignoti è stata già presentata da una delle due persone raggirate e la polizia postale è già sulle tracce del truffatore informatico. «Ho deciso di rendere nota la mia disavventura – dice il professionista residente a Monza – perché le truffe su internet si stanno intensificando in danno di ignari utenti come me. Quel che è peggio, oltre a perdere i soldi, ho inavvertitamente deluso mia figlia, alla quale avevo incautamente promesso i biglietti del concerto».