Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:29 - Lettori online 736
POZZALLO - 27/12/2008
Cronache - Pozzallo - Danneggiata una scuola e incendiato un cassonetto

Pozzallo: allarme atti vandalici

Il sindaco pensa alla telesorveglianza per risolvere il problema Foto Corrierediragusa.it

Si fa la conta dei danni dell’atto vandalico che alcuni ignoti hanno perpetrato all’interno della scuola «Raganzino», in due classi distinte, la serata del 23 dicembre scorso. Danni, a dire il vero, irrisori per la scuola del popoloso quartiere in quanto a farne le spese sono stati alcuni solo alcuni banchi oltre a qualche muro annerito che la stessa ditta appaltatrice dei lavori di riqualifica del plesso scolastico, che inizieranno il prossimo 9 gennaio, ha già fatto sapere di ristrutturare a proprie spese. Il danno poteva sicuramente essere maggiore. È stata la solerzia di un cittadino, nelle prossimità della scuola, a scongiurare il peggio. Appena visto il fumo che usciva da una delle due stanze prese di mira, il passante non ha esitato minimamente a chiamare il 113. Le indagini degli inquirenti conducono ai «soliti» ragazzi che, in questi mesi, forse per noia, forse per balzare agli onori della cronaca, stanno mettendo sotto scacco istituzioni e forze dell’ordine.

Adesso, per frenare questa escalation di atti vandalici, l’unica risposta sarà la videosorveglianza, anche se, chi come il sindaco di Pozzallo, Peppe Sulsenti, spera che siano i genitori a denunciare quanto accade in città.

"Voglio invitare le famiglie, primo anello della catena educativa, – dichiara il sindaco Sulsenti – a vigilare con particolare attenzione sulle attività, sulle compagnie, sulle azioni dei propri figli. I genitori non possono non sapere e devono intervenire, anche denunciando loro stessi i figli, invece di coprirli sempre".

Intanto, nella serata di Natale, un cassonetto (nella foto), a tarda ora, è stato bruciato dai alcuni vandali presso il quartiere «167». Sul posto, carabinieri e vigili del fuoco. Non si registrano, comunque, danni a persone o cose.