Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 19 Novembre 2018 - Aggiornato alle 11:38
POZZALLO - 28/10/2018
Cronache - Al lavoro carabinieri, vigili del fuoco e protezione civile, anche con elicotteri

Ricerche senza sosta del 28enne Alessandro Fede, sparito nel nulla

I genitori non riescono a spiegarsi cosa sia potuto accadere al figlio Foto Corrierediragusa.it

Elicotteri in volo che perlustrano un’ampia area, carabinieri, vigili del fuoco, e volontari della protezione civile che battono palmo a palmo la zona a piedi con l’ausilio di unità cinofile: non si fermano le ricerche del 28enne di Pozzallo Alessandro Fede, con un passato da pizzaiolo, sparito nel nulla dopo un incidente autonomo avvenuto venerdì pomeriggio in contrada Bruffalori, nei pressi della frazione balneare sciclitana di Sampieri. L’auto del giovane è stata ritrovata in una stradina interpoderale poco trafficata, visibilmente ammaccata e con lo sportello aperto. Presumibilmente il giovane alla guida, per motivi da accertare, ha perso il controllo del mezzo, sbattendo contro il muro di cinta. Poi più nulla. Qualcuno pare abbia avvistato il giovane a Scicli, intento a chiedere una sigaretta e informazioni sugli orari degli autobus in partenza verso altri centri. Ma non ci sono al momento conferme univoche in tal senso.

Pare che il giovane stesse tornando a Pozzallo dopo una visita in ospedale per alcuni accertamenti, quando avrebbe avuto, intorno alle 17, l’incidente stradale autonomo, nel tratto Scicli Sampieri, nei pressi del passaggio a livello. Non si sa se successivamente il 28enne si sia allontanato a piedi o se sia salito in macchina con qualcuno. Nell’auto sono stati ritrovati gli effetti personali del 28enne, ma di lui nessuna traccia. Si cerca ora di capire a quale cellula dei ripetitori in zona si è agganciato per l’ultima volta il telefonino del giovane, i cui genitori e il resto dei familiari sono ovviamente in pena per la sua sorte.

Il 28enne, al momento della scomparsa, indossava jeans e maglietta rossa e portava come sempre capelli corti, baffetti e pizzetto e occhiali da vista, oltra ad una serie di tatuaggi. I parenti hanno contattato tutti gli ospedali del territorio ibleo, ma invano. Alessandro Fede è conosciuto per essere un ragazzo con la testa sulle spalle, pieno di spirito di iniziativa e di voglia di vivere. Prima di sparire nel nulla, era uscito come al solito di casa a bordo della sua auto per sbrigare le sue cose e nulla di anomalo era stato avvertito dai genitori, che ora non si danno pace e non si spiegano cosa possa essere accaduto al loro figlio. Chi lo avesse visto o può comunque fornire informazioni utili al ritrovamento è ovviamente pregato di contattare le forze dell’ordine, anche in anonimato.