Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 23 Luglio 2018 - Aggiornato alle 19:20
POZZALLO - 05/04/2018
Cronache - Ancora furti dopo Chiaramonte, Ragusa, Vittoria e Comiso

La "Banda della spaccata" colpisce un tabacchino a Pozzallo

Il presidente provinciale Confcommercio Manenti chiede la convocazione del comitato per l’ordine e la sicurezza Foto Corrierediragusa.it

La "Banda delle spaccate" ha colpito ancora, stavolta ai danni di una tabaccheria del centralissimo corso Vittorio Veneto (foto), il "salotto buono" di Pozzallo. Insomma, ladri sempre più audaci che non temono di essere scoperti, agendo in luoghi molto esposti, seppure di notte. E così dopo i 2 recenti furti con spaccata di Chiaramonte, che fanno seguito ad altri episodi analoghi verificatisi sempre di recente anche a Ragusa, Vittoria e Comiso, ai danni di negozi, farmacie e distributori di carburante, stavolta i ladri hanno colpito ai danni di un tabacchino della cittadina marinara. Come negli altri episodi, i malviventi hanno usato una macchina a mo´ di ariete per sfondare l´ingresso del tabacchino, portandosi via spiccioli e sigarette per un valore complessivo di circa 3.000 euro. Il botto dello schianto dell´auto contro la vetrina della tabaccheria ha allarmato i residenti, svegliati di soprassalto.

«E’ allarme diffuso, ora basta, bisogna fare qualcosa»: lo dichiara il presidente provinciale Confcommercio Ragusa Gianluca Manenti, che si rivolge alla prefettura. «I malviventi hanno devastato la vetrina, sono entrati e hanno portato via la cassa contenente appena qualche spicciolo. Nulla, naturalmente, rispetto al danno che hanno creato. E tutto questo - continua Manenti - si è verificato in una zona centrale della città marittima, così come era già accaduto a Chiaramonte, per non parlare dei furti che stanno imperversando a Comiso. In più ci hanno detto che, durante la notte, sempre a Pozzallo, ci sono stati altri tentativi di furto portati avanti con modalità analoghe. E’ indispensabile - ribadisce Manenti - fare qualcosa».

Interviene sull´acccaduto anche il presidente cittadino della sezione Ascom Giuseppe Cassisi, per rilevare che «Il titolare dell’esercizio che ha subito il danno dovrà adesso mettere mano al portafoglio, in un grave momento di crisi, per risanare la questione e provare a ripartire. Tutto questo non può andare. Ed ecco perché - conclude Cassisi - lanciamo un Sos a chi di competenza». La Confcommercio chiederà dunque la convocazione del comitato per l’ordine e la sicurezza perchè "Sembra - conclude la nota dell´Ascom - la strategia di malviventi che vogliono mettere a ferro e fuoco le attività commerciali di questa provincia e pertanto auspichiamo che possano arrivare le soluzioni a questa situazione in tempi rapidi».

IL SINDACO AMMATUNA CONTATTA IL PREFETTO
"Quanto accaduto la notte scorsa ai danni di una rivendita di tabacchi di corso Vittorio Veneto, in pieno centro cittadino, lascia amareggiati e sgomenti": è il commento del sindaco Roberto Ammatuna. "Pozzallo - prosegue il primo cittadino - è sempre stata una città tranquilla. Mi sono già attivato a contattare la prefettura di Ragusa - conclude - per un incontro finalizzato a restituire serenità e sicurezza ai cittadini".

I 2 PRECEDENTI DI QUALCHE GIORNO FA A CHIARAMONTE
Due furti con spaccata. Tanti danni per i titolari di due esercizi commerciali e pochi spiccioli per i malviventi che hanno agito nella notte tra il lunedì dell’Angelo e martedì. La sorpresa e la preoccupazione è stata grande nel centro montano anche perché si tratta della prima volta con una «tecnica» del genere. Ad essere presi di mira un panificio di via Kennedy ed un negozio di materiale sportivo del centro storico. I malviventi hanno effettuato la spaccata a pochi minuti di distanza l’una dall’altra, presumibilmente utilizzando un veicolo rubato lanciato contro la vetrina a mo´ di ariete. Al vaglio degli inquirenti le immagini registrate dagli impianti di videosorveglianza che si trovano nei pressi dei due esercizi, per risalire agli autori del grave atto. Il sindaco Sebastiano Gurrieri si è recato sul posto per parlare con i titolari e ha portato la solidarietà di tutta la città. Anche l´Ascom ha mostrato il proprio sostegno ai commercianti danneggiati.

Il Presidente del consiglio ha convocato una seduta del consiglio per lunedì prossimo con all’ordine del giorno il problema criminalità. Il sindaco da parte sua ha chiesto al prefetto di partecipare al prossimo comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica per rappresentare la situazione del centro montano anche alla luce dei furti registrati in molte zone rurali.