Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 29 Giugno 2017 - Aggiornato alle 19:07 - Lettori online 575
POZZALLO - 17/06/2017
Cronache - Sono arrivati cantando per essere sopravvissuti al viaggio della speranza

Sbarcata coppia libica con neonato

Intanto sono finiti in manette i 2 presunti scafisti Foto Corrierediragusa.it

Sono 546 i migranti sbarcati a Pozzallo: alcuni di loro cantavano felici per essere scampati al viaggio della speranza dagli esiti incerti. Canti di gioia, di ringraziamento e di speranza, nonostante spavento, fatica, e spossatezza. Tra loro donne in gravidanza, minori non accompagnati e anche una coppia di libici con un neonato in buone condizioni di salute, segno questo che anche dalla Libia si comincia a fuggire alla ricerca di una vita migliore. In 16 sono finiti in ospedale a scopo precauzionale: si tratta di 13 donne incinte, un bambino diabetico e un migrante con problemi neurologici. Intanto sono finiti in manette i 2 presunti scafisti: si tratta di 2 uomini di 28 e 24 anni originari del Ghana.

A Trapani sono arrivate altre 412 persone con 200 casi di scabbia, donne in gravidanza e minori non accompagnati. Altri 250 migranti sono sbarcati a Messina e oltre 500 ad Augusta.

E venerdì sera 7 minori eritrei ospiti di un centro di accoglienza di Modica si sono allontanati dalla struttura nel tentativo di raggiungere a piedi una stazione ferroviaria e salire su un treno in direzione di Milano e Torino dove vivono alcuni familiari. Sono stati rintracciati dalla polizia lungo la statale 115 Modica-Ragusa, mentre al buio e a piedi si dirigevano a Ragusa. Un pullman poi li ha riportati nel centro d´accoglienza di Modica.

Intanto il Libero Consorzio Comunale di Ragusa ha avuto finanziato dal Ministero dell’Interno un progetto «Por-si porti-sicuri’ per il sistema di seconda accoglienza di 30 minori stranieri non accompagnati per un importo di un milione e 383 mila. L’ente deve individuare il soggetto attuatore ed ha emesso un bando ad evidenza pubblica il cui termine scadrà il prossimo 3 luglio 2017 alle ore 10.