Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 20 Agosto 2017 - Aggiornato alle 21:57 - Lettori online 732
POZZALLO - 26/01/2017
Cronache - L’uomo aveva già avuto precedenti del genere

Un "mulo" con eroina in pancia

Con l’assistenza del personale sanitario, quindi, l’uomo è stato aiutato a espellere i tre involucri Foto Corrierediragusa.it

Ancora un cosiddetto «mulo» scoperto dai carabinieri. Si tratta dei corrieri della droga che la trasportano direttamente in corpo, con tutti i rischi del caso. Nel corso dei controlli, i militari hanno notato un cittadino nigeriano 48enne che vagava in modo sospetto per le vie cittadine. Fermato e sottoposto a ispezione inizialmente non è stato trovato nulla di illegale . Ma l’uomo, nel 2012, in territorio di Milano, era stato già arrestato poiché, nel suo stomaco, aveva nascosto oltre 100 ovuli contenenti sostanza stupefacente del tipo cocaina, per un peso complessivo di quasi 2 chili e, a seguito di tale arresto, aveva poi scontato 4 anni di carcere, al termine dei quali era tornato in libertà. Visto tale precedente, i militari hanno deciso di approfondire il controllo portando l’uomo all’ospedale di Ragusa, dove è stato sottoposto a una radiografia addominale che ha confermato i sospetti dovuti ai precedenti. Dalle lastre, erano ben visibili 3 corpi estranei tondi, riconducibili a degli ovuli.

Con l’assistenza del personale sanitario, quindi, l’uomo è stato aiutato a espellere i tre involucri che contenevano 40 grammi di eroina che, se tagliata, avrebbe consentito di ricavare circa 100 dosi da immettere sul mercato. Per tale motivo il 48enne nigeriano è stato arrestato per il reato di detenzione ai fini spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo si trova dunque rinchiuso nel carcere di Ragusa in attesa del processo direttissimo.