Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1489
POZZALLO - 17/10/2016
Cronache - In manette pure un incensurato

Un piccolo "vivaio" di cannabis in casa

Sono stati disposti i domiciliari Foto Corrierediragusa.it

Un piccolo «vivaio» di cannabis indica, con ben 22 piantine in vasi di plastica e nascoste nel retro di una casa di campagna: è quanto scoperto dai carabinieri di Modica e Pozzallo nel corso di un servizio antidroga. Nell’abitazione rurale in contrada Pantano Secco erano stati già notati movimenti sospetti da giorni, con un viavai anomalo di giovani. Poi il blitz dei militari che ha fatto finire in manette Marcantonio Lorefice, commerciante 28enne, già noto alle forze dell’ordine, e Martino De Chino, bracciante agricolo di 21 anni, incensurato. Dovranno rispondere di reato in concorso e di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nel caseggiato, oltre alle piantine, di cui 18 alte circa 40 centimetri, e 4 dell’altezza di circa 10 centimetri, sono stati ritrovati 12 grammi di marijuana suddivisa in dosi, una modica quantità di hashish, materiale utile per il confezionamento ed il taglio dello stupefacente e 165 euro in banconote di vario taglio, probabile provento dell’attività di spaccio. La sostanza stupefacente sequestrata è stata portata al laboratorio analisi dell’Asp di Ragusa per le analisi, mentre Lorefice e De Chino si trovano invece agli arresti domiciliari.