Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 831
POZZALLO - 16/10/2016
Cronache - Intanto è stato arrestato uno scafista

Diciotto morti, tra cui un bimbo, e 2 donne ustionate

La madre del piccolo sotto choc Foto Corrierediragusa.it

Sono ricoverate in ospedale le due donne ferite e facenti parte dei 113 migranti soccorsi nel Canale di Sicilia. Erano a bordo di un gommone che si è afflosciato per la rottura di uno dei tubolari che lo sostenevano. Nel naufragio risultano disperse diciotto persone, compreso un bambino di tre anni. La madre del piccolo, sotto choc, è stata ascoltata dagli psicologi ai quali ha ricostruito la dinamica della tragedia. Il piccolo, durante le fasi concitate del naufragio, sarebbe scivolato in mare, perdendo il giubbotto salvagente per adulti che indossava e che era quindi troppo largo per lui. Due donne, come accennato, sono state ricoverate in ospedale per ustioni. Una è grave perchè ha bruciature nel 46% del corpo causate dalla fuoriuscita di carburante ed è probabile che venga trasferita in elisoccorso al centro grandi ustioni di Catania. Intanto è stato arrestato il presunto scafista ritenuto essere dagli inquirenti il responsabile dell´accaduto: si tratta di un 20enne di origini senegalesi.