Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 901
POZZALLO - 13/02/2016
Cronache - Manette per il pozzallese 22enne Biagio Giugno

Droga in piazza a Pozzallo: un arresto e una denuncia

Denunciato un minore di 16 anni Foto Corrierediragusa.it

I carabinieri hanno arrestato un 22enne, Biagio Giugno, pozzallese, già noto alle forze dell’ordine, trovato in possesso di diversi grammi di droga e soldi in contanti. I militari hanno poi denunciato a piede libero un minorenne di 16 anni, D. M., di Pozzallo, incensurato, anche lui sorpreso con stupefacente, denaro contante ed un bilancino di precisione. I due pusher sono stati notati dai militari dell’Arma mentre camminavano a piedi e si soffermavano in una piazza del centro cittadino, luogo di ritrovo di molti giovani, tenendo un atteggiamento sospetto. Dopo averli pedinati, avendo intuito che i due soggetti stavano compiendo dei movimenti strani, i carabinieri li hanno fermati e sottoposti a perquisizione personale. Biagio Giugno è stato trovato in possesso di undici dosi di marijuana, dal peso complessivo di circa 5 grammi, confezionate in cellophane e nascoste all’interno di un portasigarette. Il giovane aveva anche alcune banconote di piccolo taglio ritenute provento dell’attività di spaccio. Anche il minorenne è stato sottoposto a perquisizione personale ed è stato trovato in possesso di due dosi di cocaina, confezionate in cellophane, per un peso totale di circa 0,50 grammi, un bilancino di precisione per la pesatura della sostanza e circa 80 euro in contanti in banconote di piccolo taglio, verosimilmente provento dello spaccio. Biagio Giugno è stato dichiarato in arresto e rinchiuso nel carcere di Ragusa per il reato di spaccio mentre il minorenne, per lo stesso reato, è stato denunciato in stato di libertà alla procura per i minori di Catania.

Nella foto il denaro e la droga sequestrata dai carabinieri