Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1463
POZZALLO - 17/01/2016
Cronache - Un incubo che la giovane donna non dimenticherà mai

Donna sequestrata e picchiata: una condanna

Imputato nel processo il rosolinese Salvatore Fabio Milazzo Foto Corrierediragusa.it

Una giovanissima donna fu sequestrata e picchiata per una notte intera e in questi giorni colui che si macchiò di una simile colpa è stato condannato dopo la coraggiosa denuncia della vittima. Il rosolinese Salvatore Fabio Milazzo è stato quindi condannato ad un anno e 8 mesi di reclusione e ad un risarcimento danni di 20 mila 400 euro alla vittima, la ragusana Maria Antonella Cataldo, 32 anni. Tutto accadde la notte del 29 agosto 2010 all´uscita di un locale di Pozzallo, "L´Havana". L’imputato fu ritenuto responsabile di sequestro di persona, lesioni personali e ingiurie. Secondo la pubblica accusa la ragazza fu avvicinata da Milazzo con la scusa di doverle restituire dei soldi. Dopo che la ragazza, allora 27enne, salì in auto, iniziò l´incubo: la donna fu picchiata per tutta la notte. Solo al mattino riuscì a contattare la madre e un amico che la soccorsero, portandola al pronto soccorso dell´ospedale Civile a Ragusa e denunciando l´accaduto ai carabinieri. Ora la condanna dell’uomo ad epilogo di una brutta storia che la donna non dimenticherà mai più, anche se adesso ha ottenuto un po’ di giustizia.

Nella foto la vittima dopo il pestaggio