Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1260
POZZALLO - 18/09/2015
Cronache - Processo con condanna per l’imputata

Le danno casa gratis e lei vuole 15mila euro per liberarla!

Della serie "Vai a far del bene e"... Foto Corrierediragusa.it

Aveva chiesto 15 mila euro per lasciare l´appartamento che aveva in comodato gratuito a Pozzallo. Il Giudice unico del Tribunale di Ragusa, Vincenzo Saito, ha condannato a due anni di reclusione, al risarcimento danni in favore delle parti civili e al risarcimento delle spese legali, la 40enne Maria Arozarena Fumero, cubana, difesa dagli avvocati Francesco Giardina e Mario Caruso, accusata di estorsione. La donna, giunta a Pozzallo nel 2006, aveva avuto da una famiglia pozzallese la possibilità di abitare nell´immobile, senza nulla pagare. I proprietari, ad un certo punto, avevano deciso di andare ad abitare nella villetta in riva al mare chiedendo quindi che l´immobile fosse lasciato libero. La cubana, però, non aveva sentito ragioni ed anzi, alle insistenze, aveva chiesto 15 mila euro per liberare la villetta arrivando persino a minacciare la famiglia con frasi del tipo "non te la godrai mai, avrai 15 anni di pene". Nel giugno 2011 l´imputata fu raggiunta da una lettera ufficiale di rilascio e a quel punto si recò all´agenzia delle entrate registrando un contratto come affitto sommerso. I proprietari, allora, decisero di denunciare i fatti che hanno portato al processo. La villetta non è stata mai ufficialmente consegnata anche se la Fumero non ci abita più poiché è rientrata a Cuba senza restituire le chiavi. Sono due le parti civili costituite, rappresentate dall´avvocato Raffaele Pediliggieri.


LEX CUBANA
18/09/2015 | 19.34.41
arlecchino

La cubana (chissà che ci faceva a Pozzallo...) ha ragione: è stato il compagno Fidel Castro ad insegnarle di prendersi le cose degli altri!