Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 741
POZZALLO - 26/07/2015
Cronache - I due noti modicani che vivono alla giornata hanno rischiato una denuncia

Aristide e Carlino cantano e sbeffeggiano i passanti!

Alla vista dei militari si sono ritirati in buon’ordine Foto Corrierediragusa.it

Improvvisano uno spettacolino musicale «alla meglio» sul lungomare di Pozzallo e sbeffeggiano i passanti che non lasciano la mancia, al punto da rendersi necessario l’intervento del sindaco Luigi Ammatuna in persona e dei carabinieri per redarguire i due «musicanti» irriverenti e farli sgomberare. Stavolta l’hanno combinata grossa i due modicani Carlino e Aristide (nella foto in una delle loro esibizioni), in trasferta nella cittadina rivierasca per raggranellare qualche spicciolo con le loro non sempre apprezzate doti canore. I due si erano piazzati con pianola e microfono sul lungomare Pietrenere nella prima serata di sabato, quando il luogo è zeppo di villeggianti e turisti. La loro esibizione canora, come spesso accade anche a Modica, non era stata autorizzata dal momento che la coppia non aveva avanzato regolare richiesta ai competenti uffici. E così mentre Carlino suonava alla pianola e Aristide cantava al microfono, una donna che spesso li accompagna porgeva il «piattino» ai passanti per una offerta in denaro «libera». Ma l’indifferenza dei presenti, taluni pure infastiditi, non è andata giù al collaudato duo, che ha cominciato a dare del «tirchi, spilorci, miserabili e pidocchiosi», e altri aggettivi ben peggiori, agli increduli ed indignati passati. Ad una donna piuttosto robusta i due avrebbero addirittura «consigliato», sempre tramite il microfono, di mettersi a dieta. Un comportamento decisamente sopra le righe che ha richiesto l’intervento del sindaco che stava cenando in un vicino locale.

Alla vista del primo cittadino che ha ordinato senza mezzi termini ai due di sbaraccare, questi ultimi hanno reagito dando in escandescenze, tant’è che sono stati poi chiamati i carabinieri. A quel punto Aristide e Carlino si sono ritirati in buon’ordine. Il sindaco ha deciso di non presentare denuncia a loro carico.