Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 853
POZZALLO - 08/07/2015
Cronache - Manette per un tunisino

Con l´hashish in tasca picchia i carabinieri che lo fermano

E’ accusato di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale Foto Corrierediragusa.it

Andava in giro senza destare molti sospetti fino a quando i carabinieri di Pozzallo lo hanno visto cedere un involucro ad un giovane. Per Lahmar Saber, tunisino di 29 anni, bracciante agricolo, pregiudicato, sono scattate le manette ai polsi dopo che i carabinieri della Motovedetta CC813 di Pozzallo gli hanno ordinato di mostrare loro cosa contenesse quell´involucro che tanto gelosamente il cittadino africano teneva nascosto. Qualche minuto prima, Lahmar Saber si era reso protagonista di una fuga per le vie cittadine al fine di non essere perquisito e, una volta acciuffato, l´uomo aveva preso a calci e pugni un esponente delle forze dell´ordine, finito poi ricoverato presso una struttura ospedaliera dove dovrà rimanere per sette giorni.

Sottoposto a perquisizione personale, l´africano veniva trovato in possesso di 0,6 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish nonché di una somma in contanti pari a circa 350 euro in banconote di piccolo taglio, provento dell’attività di spaccio. Al termine di tutti gli accertamenti, i militari dell’Arma hanno dichiarato in stato d’arresto lo straniero per spaccio e resistenza a pubblico ufficiale.