Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 794
POZZALLO - 25/07/2008
Cronache - Pozzallo - Il sedicente somalo di 20 anni si trova in isolamento

Immigrato con la tubercolosi, avviati i controlli sanitari

Nelle prossime ore potrebbe scattare il piano di prevenzione Foto Corrierediragusa.it

Novità importanti per la vicenda del ventenne somalo, ricoverato presso il reparto malattie infettive dell’ospedale «Maggiore» di Modica. Ovvero, il risultato delle analisi, non ufficializzato ancora dal personale medico del nosocomio modicano, ma giunto fino alla Dogana di Pozzallo, dove vige il riserbo più assoluto sulla vicenda.

"E’ tubercolosi al 99 per cento", si sentiva dire dal personale medico, presente ieri alla Dogana. Dentro le mura della Dogana di Pozzallo, però, l’ordine è di non far «uscire» l’indiscrezione. La notizia, si vociferava ieri alla Dogana, sarà ufficializzata dopo che il personale dei volontari della Protezione Civile e dipendenti comunali del comune di Pozzallo operanti, in questi giorni, dentro la struttura pozzallese avranno eseguito il test di Mantoux, l’unico che possa accertare il contagio.

Intanto, ieri, anche i 44 immigrati che sono stati intercettati, lo scorso 13 luglio, nello stesso sbarco del ventenne somalo, sono stati tutti sottoposti al test alla tubercolina. I risultati si sapranno fra martedì e mercoledì della prossima settimana. Discorso diverso per le forze dell’ordine che seguiranno un diverso protocollo per accertare eventuali contagi.

Intanto a Pozzallo, molti sono stati i cittadini, nella giornata di ieri, ad informarsi, presso le quattro farmacie cittadine, a quali rischi si va incontro se si contrae la tubercolosi. Qualcuno ha pure acquistato qualche mascherina, segno che serpeggia un pò di paura per le notizie che giungono dalla Dogana. Anche qualche curioso nel pomeriggio, sprezzante del pericolo, si è avvicinato alla struttura portuale ma è stato respinto dalle forze dell’ordine. Nessuno si è accorto, invece, che i camion che trasportano il pescato, prelevato al porto grande, passano davanti alla struttura senza curarsi di nulla.

Intanto, ieri mattina, il neo direttore della locale Dogana, Rosario Sessa, è stato ricevuto dal sindaco di Pozzallo, Peppe Sulsenti. Durante l’incontro, sono state trattate le problematiche collegate alla sicurezza e fruizione dell’area doganale del porto, chiedendo che vi fosse una netta separazione fisica dell’area di pertinenza della Dogana e di quella da destinare a centro temporaneo con l’elevazione sino al tetto del muro divisorio delle rispettive aree e con ingresso esclusivo. Nel corso dell’incontro si è anche parlato della movimentazione delle merci e dell’utilizzazione al meglio delle aree doganali.

(Nella foto in alto gli immigrati ospitati nei locali della Dogana)