Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 937
POZZALLO - 30/06/2015
Cronache - Ricomincia l’ondata di arrivi

Sbarco di 323 profughi al porto di Pozzallo

Molti hanno accusato problemi di disidratazione Foto Corrierediragusa.it

Sono giunti attorno alle ore 11 di lunedì al porto di Pozzallo i 323 migranti prelevati in mare aperto dalla nave della Guardia Costiera cp 906 «Corsi». Sono 276 gli uomini sbarcati dalla nave militare, 43 le donne, e 4 i minori, tutti con genitori al seguito. 123 sono i migranti che hanno trascorso la notte all´interno del Cpa, mentre i restanti 200 sono stati fatti salire a bordo di un pullman e sono stati inviati in Liguria (il gruppo più cospicuo) e in altre regioni del nord, fra cui la Lombardia (un numero davvero esiguo). Appena giunti, tutti i migranti hanno dichiarato di essere prigionieri politici o persone che scappano dalla propria nazione perché infuria una guerra e le probabilità di restare vivi si riducono al lumicino. Eritrea, Gambia, Ghana e Somalia, fra le nazioni di origine. Nello sbarco si segnalano anche due sedicenti palestinesi.

Quattro donne sono state soccorse, di cui due in stato di gravidanza, e trasferite presso l´ospedale «Maggiore» di Modica. Molti hanno accusato problemi di disidratazione, fra cui due dei quattro minori arrivati. Volontari di Medici Senza Frontiere e i medici dell´Asp 7 di Ragusa hanno provveduto a curare quante più persone possibili nel giro di poche ore.