Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 488
POZZALLO - 11/07/2008
Cronache - Pozzallo - Non si arresta l’ondata di viaggi della speranza

Pozzallo: 2 sbarchi con 3 donne incinte

In un gommone erano stipati 46 disperati. 28 nell’altro sbarco Foto Corrierediragusa.it

Non si ferma l’ondata di immigrati in arrivo presso i lidi del sud.est siciliano. Due gli sbarchi, nella giornata di ieri, in due momenti diversi della giornata. Il primo interessava 46 immigrati, verso le ore 9, quando una segnalazione di un motopesca avvertiva i militari della Capitaneria di Pozzallo che, a 11 miglia dalla costa, si trovava il «classico» gommone di 15 metri di colore grigio con a bordo 37 uomini e nove donne, di cui tre in avanzato stato di gravidanza.

Non hanno perso tempo, i militari della Capitaneria di Pozzallo, i quali, sulla motovedetta Cp901, hanno da subito constatato che alcuni tubolari del gommone si presentavano sgonfi. Sono state velocizzate, quindi, le operazioni di trasbordo dal gommone alla motovedetta, per far sì che non si ripetesse quanto è successo tre giorni fa, quando alcuni immigrati si ritrovarono in mare a causa del rovesciamento del natante.

Portati subito a riva, i 37 uomini venivano stipati dentro il capannone della dogana insieme a sei donne. Le tre donne in stato di gravidanza venivano ricoverate all’ospedale di Modica, «Maggiore» per accertamenti. Solo nel pomeriggio i medici accertavano che solo due delle tre donne erano incinte.

Già in mattinata tutti i migranti erano stati lavati, rifocillati, rivestiti e, in un secondo momento, interrogati dagli agenti della Questura di Ragusa.

Nel pomeriggio, altro sbarco. Erano da poco passate le 15 quando una segnalazione della piattaforma «Vega Oil» segnalava un natante con 28 immigrati a bordo, di cui 21 uomini, 4 donne (di cui una incinta) e una bimba di sei anni circa. ? stata la motovedetta Cp888 a coordinare tutte le operazioni di trasbordo dei migranti. Alle 18, gli immigrati erano arrivati a Pozzallo. Subito, è stata predisposta un’autoambulanza per la donna incinta, solo domani mattina si saprà quali sono le sue reali condizioni di salute. Per gli altri, nessun problema, solo qualche caso di disidratazione, subito rientrato.

Il centro di prima accoglienza di Pozzallo sta «scoppiando» a causa delle quasi centotrenta unità presenti all’interno della Dogana, fra gli extracomunitari che sono arrivati ieri e quelli di martedì scorso, ancora in attesa di trasferimento presso un centro di permanenza temporanea.