Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 876
POZZALLO - 06/04/2015
Cronache - Patteggiamento della pena in udienza preliminare

Droga tra gli ortaggi: 2 condanne

Lo stratagemma sarebbe servito ai due giovani per eludere i cani antidroga Foto Corrierediragusa.it

Un anno e dieci mesi di reclusione ciascuno è la pena che hanno patteggiato i due ragusani arrestati lo scorso mese di ottobre al porto di Pozzallo. Si tratta di Michele Artale, 44 anni, e Sandro Lo Presti, 40 anni (foto), entrambi residenti a Malta da qualche mese, fermati con oltre un chilo di marijuana. I due erano stati sono stati notati a bordo di un’auto con targa maltese mentre stavano per imbarcarsi a bordo del traghetto per Malta. La proposta di pena è stata ritenuta equa dal gup di Ragusa Claudio Maggioni. I due sconteranno la condanna ai domiciliari. Entrambi avevano nascosto la marijuana fra gli ortaggi per salire a bordo del catamarano che collega la Sicilia a Malta, nel tentativo vano di eludere i severi controlli. La droga era stata nascosta dentro un involucro il quale, a sua volta, era avvolto in un panno intriso di gasolio.

Lo stratagemma sarebbe servito ai due giovani, originari di Ragusa, per eludere i cani antidroga. Ad una prima occhiata dentro l´automobile vi erano solo cipolle, pomodorini, patate e melanzane, ma né Artale né Lo Presti avevano mai avuto esperienza di vendita al dettaglio di ortaggi, per cui l´improvvisata attività aveva fatto sorgere parecchi dubbi alle forze dell’ordine. Il nervosismo palesato dai due ragusani, poi, aveva fatto il resto. Era bastato rimuovere un pannello all´interno della Fiat Uno dove i due viaggiavano per scoprire l´involucro con lo stupefacente.