Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 370
POZZALLO - 16/01/2015
Cronache - Sotto la lente di ingrandimento gli ultimi 5 anni di attività della struttura

Truffa aggravata, abuso d´ufficio, peculato e malversazione: indagine sul centro di prima accoglienza di Pozzallo

Le indagini sono in pieno svolgimento Foto Corrierediragusa.it

Truffa aggravata, appropriazione indebita, peculato, abuso d´ufficio e malversazione: sono le ipotesi di reato contestate dalla guardia di finanza nell´ambito delle indagini sull´attività del centro di prima accoglienza di Pozzallo (foto). La struttura, al momento chiusa per lavori di manutenzione, nel solo 2014 ha ospitato ben 25 mila 500 migranti. E´ stata acquisita dalle fiamme gialle una ingente mole di documenti. Sotto la lente di ingrandimento gli ultimi 5 anni di attività del centro gestito da una cooperativa in carico al comune di Pozzallo. L´indagine ha preso il via in seguito al ritrovamento di materiale logistico destinato al centro di prima accoglienza ma non riscontato nei registri di carico della struttura.

Le indagini sono in pieno svolgimento e al momento nessuna persona è stata iscritta nel registro degli indagati. Tra le ipotesi di reato prospettabili spicca quella di malversazione, che scatta quando il reato è commesso in danno dello Stato da chi, avendo ottenuto contributi pubblici per finalità di interesse generale, li distrae o li usa indebitamente. Nessun documento ufficiale è finora giunto dai responsabili della cooperativa che gestiva la struttura d´accoglienza, ora chiusa, né dall´amministrazione comunale.