Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 625
POZZALLO - 17/12/2014
Cronache - La situazione nella struttura non è ottimale

Sei casi di scabbia al Cpa di Pozzallo

La scabbia è un’infezione contagiosa della pelle che si verifica tra gli esseri umani e in altri animali Foto Corrierediragusa.it

Sei casi di scabbia accertati al centro di prima accoglienza del porto di Pozzallo (foto). Una situazione che ha messo in allarme il personale che lavora nella struttura, comprese le forze dell´ordine. Una struttura che non sembra stia passando uno dei suoi migliori momenti, alla luce del fatto che i migranti ci sono e devono essere serviti e curati. Il numero risicato di personale sanitario «stride» fortemente con la presenza dei sei casi di scabbia che sono stati accertati. Alcuni esponenti delle forze dell´ordine che operano al Cpa hanno discretamente fatto capire che la situazione non è ottimale. Resta, comunque, il problema dell´emergenza, che ben conoscono fra le stanze di palazzo La Pira, sede del Comune, e che non ha visto ancora una linea ferma di intervento.

La scabbia, è bene ricordarlo, è un´infezione contagiosa della pelle che si verifica tra gli esseri umani e in altri animali. È causata da un parassita molto piccolo, l’acaro «Sarcoptes scabiei», che si inocula sotto la pelle del soggetto colpito, provocando un intenso prurito allergico. La malattia può essere trasmessa da oggetti, ma più spesso dal contatto diretto pelle-pelle, con un elevato rischio dopo un contatto prolungato. L´infezione iniziale richiede da quattro a sei settimane per diventare sintomatica.
Nelle ultime ore, infine, sono stati trasferiti 74 migranti presso un´altra sede. Negli ultimi due giorni, ben due sbarchi sono stati effettuati ad Augusta. Poche unità che potevano essere anche trasbordate a Pozzallo, visto che il centro è al di sotto della soglia prevista (170 migranti circa). Sono 88, difatti, i migranti ospiti del Cpa.