Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 345
POZZALLO - 08/12/2014
Cronache - Per problemi di disidratazione ma sono stati già dimessi

Sbarchi: bimba e neonato ricoverati in ospedale a Modica

E’ il secondo sbarco per questo mese di dicembre Foto Corrierediragusa.it

Problemi di disidratazione. Con questa diagnosi, sono stati ricoverati due minori all´ospedale «Maggiore» di Modica, una bambina di sette anni e un neonato di pochi mesi. Entrambi sono stati per fortuna dimessi in queste ore. I due sono giunti presso il porto di Pozzallo nella tarda mattinata di domenica assieme ad altri 232 migranti, prelevati a bordo di due imbarcazioni fatiscenti. Sono stati i militari della nave della Guardia Costiera «Gregoretti» a salvare queste persone, scampate all´ennesima strage di vittime se i soccorsi non fossero arrivati in tempo. Sono 215 uomini, 18 donne e 21 minori, di cui 3 donne in gravidanza (trasportate presso l´ospedale modicano), oltre ai due minori. I migranti, povenienti da Siria, Eritrea, Marocco, Egitto, Nigeria, Senegal, Mali, Togo, Gambia, Guinea, Etiopia e Pakistan, sono giunti a Pozzallo alle ore 9. Ci sono volute quasi due ore per completare le operazioni di sbarco sulla terraferma. Tutto, al solito, è filato liscio. In banchina per il dipartimento regionale della Protezione civile era presente il geometra Giovanni Zacco, mentre le associazione di volontariato che hanno fornito assistenza erano costituite da personale e mezzi dei gruppi di Modica, Santa Croce Camerina, Scicli e Ragusa. Non mancavano, ovviamente, anche le forze dell´ordine (Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza) che hanno dato il solito contributo notevole alle operazioni di sbarco.

I militari della nave «Gregoretti» hanno prima individuato un gommone con a bordo 92 migranti. La stessa nave ha soccorso successivamente un peschereccio con a bordo 142 migranti, a venti miglia dalle coste libiche, per poi fare rotta verso il porto della città rivierasca. Sono 319 i migranti ospiti del centro di prima accoglienza, al porto.

E´ il secondo sbarco per questo mese di dicembre. L´anno scorso, sempre a dicembre, non si verificò alcun sbarco a Pozzallo. Due anni fa, nel solo mese di dicembre, si verificò un solo sbarco. I militari della Guardia Costiera hanno allertato i responsabili del centro di accoglienza pozzallese che, nelle prossime ore, non è escluso che si possa verificare un nuovo arrivo di migranti, con un numero ingente pronto a sbarcare sulle nostre coste. Chi magari immaginava che l´organizzazione criminale che pianifica gli sbarchi potesse «rifiatare» in un mese dove, negli anni trascorsi, gli sbarchi si sono contati col contagocce, lo stesso dovrà repentinamente cambiare il suo pensiero.