Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1443
POZZALLO - 11/11/2014
Cronache - Manette per un rumeno recidivo

Calci al cane e botte al militare, arrestato

Le accuse sono di maltrattamento di animali, violenza e resistenza a pubblico ufficiale nonché danneggiamento Foto Corrierediragusa.it

Un immigrato aveva la malsana abitudine di prendere a calci tutto ciò che gli capitasse a tiro, anche se si trattava di un indifeso essere vivente. I carabinieri della Stazione di Pozzallo erano stati davvero magnanimi la prima volta quando il tizio aveva massacrato di calci il proprio cane. Quando, poi, Leonard Borcoi Mihaita, 23enne originario della Romania, ha fatto il bis, le forze dell´ordine sono state inflessibili. E lo hanno denunciato. I fatti risalgono alla scorsa domenica quando un giovane è stato segnalato alle forze dell´ordine per l´irruenza con la quale dava calci al proprio cane. Segnalato ai carabinieri, gli stessi sono subito intervenuti. Messo alle strette, il giovane rumeno ha promesso un atteggiamento meno violento nei confronti dell´animale. Nel contempo, i carabinieri avevano portato il cane da un veterinario. Il giorno dopo, altri testimoni hanno avvisato nuovamente i carabinieri. Motivo, il giovane romeno ha continuato a dare calci al povero animale.

Per tale motivo, il giovane è stato denunciato, in un primo momento, a piede libero per maltrattamento di animali e, pertanto, gli veniva tolto il cane che veniva affidato ad una locale organizzazione di protezione per gli animali. Per sfogare la rabbia, il giovane ha dato calci a tutto quello che gli è capitato a tiro, non appena uscito dalla caserma. I carabinieri sono immediatamente intervenuti per strada e, dopo un primo acceso diverbio, si è passati alle mani. A farne le spese un carabiniere, il quale ha dovuto ricorrere alle cure del Pronto Soccorso con prognosi di sette giorni.

Una volta trascinato in caserma (non senza poche difficoltà), il giovane rumeno è stato arrestato con l’accusa di maltrattamento di animali, violenza e resistenza a pubblico ufficiale nonché danneggiamento, stando a quanto riferito dalle forze dell´ordine. Il povero cane è stato invece affidato alle cure di un´associazione animalista.


SEMPRE I SOLITI...
11/11/2014 | 19.44.52
Gianni

Sempre i soliti rumeni...