Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:24 - Lettori online 1161
POZZALLO - 18/09/2014
Cronache - La nave mercantile battente bandiera di Hong Kong ha proseguito il viaggio per l’Ucraina

Oltre all´epatite c´è pure la malaria

Non è escluso, ma questa è solo un’ipotesi, che oltre al filippino sbarcato a Pozzallo e ricoverato a Modica vi fosse a bordo un’altra persona malata Foto Corrierediragusa.it

Oltre che all´epatite ittero, come a suo tempo dichiaratoci al telefono dal responsabile del servizio di epidemiologia dell´Asp 7 di Ragusa Vito Amato, il marinaio ricoverato a Modica è risultato positivo anche ai test diagnostici della malaria. Nessun caso di ebola, quindi, come avevamo fin da subito specificato e come adesso confermato da una nota dell´Asp 7. Dopo i primi test medici che hanno evidenziato un´epatite con ittero. "Da clinico, mi permetto di rassicurare, in maniera completa la popolazione e il personale sanitario, che lo ha assistito e tutta la popolazione", si legge nella nota a firma del direttore generale dell´Asp 7 di Ragusa Maurizio Aricò.

Per L´Asp 7, si tratta di una malattia infettiva assolutamente trattabile con farmaci comuni. La sua prognosi è da ritenere verosimilmente favorevole. Non esiste alcun rischio di contagio, se non per via ematogena e in particolare per condivisione di punture successive da parte della medesima zanzara, di una specie rara in Italia. L´uomo si trova ancora ricoverato al reparto di malattie infettive dell´ospedale «Maggiore» di Modica e viene costantemente monitorato da una preparata equipe di medici.

DAL RIFIUTO DELLE AUTORITA´ MALTESI AL RICOVERO A MODICA
Viene rifiutato da Malta per un presunto caso di ebola ma il personale medico dell´Asp di Ragusa certifica un caso di epatite con ittero. Un marittimo filippino è stato ricoverato nel pomeriggio al «Maggiore» di Modica perché affetto da una particolare malattia che fa diventare la pelle di color giallo. La nave mercantile, battente bandiera di Hong Kong, è giunta a poche miglia dalla costa verso le 16, e, mezzora dopo, un´ambulanza ha trasportato il marittimo filippino all´ospedale «Maggiore» di Modica. Il marinaio è stato al centro di un autentico «giallo» con le autorità maltesi. In mattinata, è stato il primo ministro maltese, Joseph Muscat, a firmare il divieto di ingresso della nave mercantile al porto di La Valletta. La richiesta di aiuto da parte del comandante della nave era giunta nella notte fra mercoledì e ieri. La nave è partita dallo stato africano della Guinea ed era diretta in Ucraina. Ventuno le persone a bordo della nave mercantile.

Il primo ministro Joseph Muscat, nonostante la richiesta di assistenza medica avanzata dal comandante della nave, ha rivendicato essere «moralmente e legalmente corretto» impedire all’imbarcazione di entrare in acque maltesi. Le autorità maltesi riferiscono che il membro dell’equipaggio, sospettato di avere contratto l’ebola, è una persona che manifesta sintomi analoghi a quello di chi è stato contagiato dal virus.

"Ci mancano delle informazioni – ha detto Muscat – Non possiamo dire se il capitano stia sottovalutando o sopravvalutando il problema. Noi non sappiamo nemmeno se esiste più di un caso sospetto di ebola". Per tale motivo, Muscat ha firmato un´ordinanza che ha vietato l´ingresso della nave mercantile a Malta. Muscat ha precisato, inoltre, che la decisione di fermare la nave è stata presa previa consultazione con tutte le autorità locali, tra cui il procuratore generale di Stato.

Dopo le ore 14, la nave si è diretta verso il porto di Pozzallo. Alle ore 16,30, il filippino è giunto al porto dove, ad attenderlo, c´era un´ambulanza del 118. L´uomo è stato visto cosciente al suo arrivo e ha raggiunto l´automezzo del 118 camminando in maniera spedita. Per i medici dell´Asp 7 di Ragusa, l’ittero potrebbe essere causato da una lesione al fegato. Il filippino sarà tenuto in cura per alcuni giorni. Non è escluso, ma questa è solo un´ipotesi, che oltre al filippino sbarcato a Pozzallo e ricoverato al "Maggiore" per epatite ittero, vi fosse a bordo un´altra persona malata, forse contagiata proprio da ebola. Ma in ogni caso, come accennato, la nave ha proseguito il viaggio verso l´Ucraina. La notizia del presunto caso di ebola a bordo è stata comunque battuta dai vari siti online maltesi.


VENITE......
19/09/2014 | 14.23.49
Gianni

Viene rifiutato da Malta un presunto caso di ebola e noi l´abbiamo accolto senza controlli preventivi a bordo della nave???? Ma siamo folli??