Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 679
POZZALLO - 24/08/2014
Cronache - Attività frenetica al porto per l’accoglienza delle salme e dei clandestini vivi

Sindaco Pozzallo: "Non c´è posto per i 18 migranti morti, mentre i 266 vivi sono ospitati al Cpa"

Le condizioni cliniche dei due clandestini, entrambi uomini e di giovane età, non desterebbero al momento particolari preoccupazioni Foto Corrierediragusa.it

Sono stati portati a Pozzallo i 18 migranti morti nell’ultima tragedia nel Mediterraneo: gli uomini della Marina Militare impegnati nell’operazione Mare Nostrum hanno recuperato a sud di Lampedusa i 18 cadaveri, tutti uomini e forse un neonato di pochi mesi, che erano a bordo di un gommone. Sull’imbarcazione altre 73 persone che sono state salvate. Le 18 salme sono state coperte con i sacchi sintetici e portati in obitorio in attesa di una sistemazione definitiva. Intanto in una intervista rilasciata a Rai news 24 il sindaco di Pozzallo Luigi Ammatuna ha rilasciato queste dichiarazioni: "Non ci sono loculi al cimitero di Pozzallo che già ha ospitato buona parte dei 48 migranti morti nella precedente tragedia del mare, con l´aiuto degli altri comuni iblei. Adesso non abbiamo più posto per i morti e sarà la prefettura a decidere sul da farsi".

Il gommone con i cadaveri era stato avvistato nel corso della notte da nave Sirio, che si è diretta nella zona per prestare i soccorsi. L’imbarcazione era in balia del mare con un problema al motore. Gli uomini della Marina l’hanno raggiunta, hanno tratto in salvo 73 migranti e scoperto che a bordo c’erano anche 18 cadaveri, che, come accennato, sono stati portati al porti di Pozzallo, dove sono nel frattempo sbarcati altri 266 profughi sub sahariani del centro Africa, che, come dichiarato sempre dal sindaco a Rai news 24, saranno ospitati al centro di prima accoglienza del porto, nel frattempo svuotato degli altri ospiti. Intanto due clandestini sono stati ricoverati al "Civile" di Ragusa perchè hanno ingerito benzina. Non si sa il motivo di questo gesto, forse dettato dalla disperazione. Le condizioni cliniche dei due clandestini, entrambi uomini e di giovane età, non desterebbero al momento particolari preoccupazioni.

ARRESTATO LO SCAFISTA DEL PENULTIMO SBARCO
Intanto è stato arrestato dalla polizia uno scafista tunisino responsabile dello sbarco di 354 persone avvenuto sabato sempre al porto di Pozzallo. Si tratta del 53enne Kamel Ghamman, inchiodato alle proprie responsabilità anche grazie ai racconti dei migranti, uno dei quali ha riferito che in Libia venivano picchiati senza alcun motivo ed ogni tanto sparavano colpi di fucile in aria solo per intimorire». Salgono così a 101 gli scafisti arrestati nel 2014.