Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 767
POZZALLO - 31/07/2014
Cronache - Controlli nella zona industriale

Recrudescenza furti: un arresto e 4 denunce dei carabinieri

Nella rete dei militari un rumeno 34enne Foto Corrierediragusa.it

Avevano deciso di svaligiare qualche capannone nei pressi della zona industriale ma qualcosa è andato storto. I carabinieri della compagnia di Modica hanno prima fermato e poi perquisito in contrada Fargione un´automobile solo perché, alla vista dei militari, il guidatore della stessa ha effettuato un cambio di corsia assai sospetto. Una volta fermati, i carabinieri hanno scovato sotto i sedili dell´automobile alcuni attrezzi da scasso. A bordo dell´automezzo vi stavano cinque romeni, i quali sono letteralemente trasecolati alle richieste di informazioni da parte delle forze dell´ordine. I cinque, inoltre, non hanno fornito alcun documento di riconoscimento. Per tale motivo, i carabinieri hanno condotto i cinque presso la caserma di Modica per l´identificazione a seguito delle quali le forze dell´ordine hanno accertato che uno dei soggetti doveva trovarsi agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a Catania.

Quindi, a conclusione degli accertamenti, i militari dell’Arma dichiaravano in stato di arresto Iulian Moise, romeno, 34 anni, poiché responsabile del reato di evasione dagli arresti domiciliari e denunciavano a piede libero gli altri connazionali, T.T.M. (di 20 anni), P.D.A. (di anni 28), S.G. (di anni 27) e Z.M.I. (di anni 23) responsabili del reato di possesso ingiustificato di oggetti atti allo scasso. L’arrestato, su disposizione del magistrato di turno presso la Procura di Ragusa, veniva tradotto presso il carcere di Ragusa.

Nella foto gli attrezzi sequestrati