Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1099
POZZALLO - 14/06/2014
Cronache - La sentenza a carico di Luciano Basile, 37 anni

Condanna per rapina in casa con sequestro

Il pm aveva chiesto la condanna dell’imputato a 12 anni di reclusione Foto Corrierediragusa.it

Undici anni e otto mesi di carcere è la condanna inflitta dal collegio penale del tribunale di Ragusa a Luciano Basile (foto), 37 anni, pozzallese già noto per reati specifici arrestato dai carabinieri il 13 giugno 2012 in quanto ritenuto componente della gang che il 13 marzo di 3 anni fa effettuò una rapina con sequestro di persona in una villetta di contrada Raganzino a Pozzallo. La notte della rapina, i malviventi staccarono il contatore dell’energia elettrica all’esterno della villetta, costringendo il figlio dei proprietari ad uscire di casa. Almeno tre persone lo aggredirono selvaggiamente, provocandogli lesioni giudicate guaribili in 25 giorni. Reso inoffensivo il figlio, i ladri entrarono nella villetta, costringendo la madre sorpresa nel sonno ad aprire la cassaforte e a consegnare loro contante e gioielli per un valore di circa 90mila euro.

Il marito della donna era assente per motivi di lavoro. Prima di fuggire i malviventi chiusero a chiave in una stanza i due malcapitati, che solo qualche minuto dopo riuscirono a liberarsi, chiamando aiuto. I carabinieri risalirono mesi dopo ai responsabili della rapina. Il pm aveva chiesto la condanna dell’imputato a 12 anni di reclusione.